Vai al contenuto
Home » Esami e diagnostica cane gatto » Visita oculistica gatto cane Cosa Sapere

Visita oculistica gatto cane Cosa Sapere

  • Elicats 

Visita oculistica gatto cane, durante la visita oculistica il veterinario determina le eventuali parti coinvolte in un processo patologico.

Visita oculistica gatto cane

RECARSI DAL VETERINARIO IN PRESENZA DI

  • Secrezione oculare
  • Opacità del cristallino
  • Alterazioni cromatiche
  • Edema/Gonfiore
  • Traumi o danni neurologici
  • Occhio velato
  • Cheratite
  • Congiuntivite
  • Movimenti involontari dell’occhio

 

Spesso una malattia dell’occhio è conseguente ad altre patologie come il diabete.

 

LA VISITA OCULISTICA

Dopo una prima indagine, si verifica la parte esterna dell’occhio

  • Simmetria-dimensione-spaziatura degli occhi
  • Posizione del bulbo oculare
  • Movimento dei bulbi oculari
  • Gonfiore
  • Lesioni intorno all’occhio
  • Dolore alla palpazione
  • Verifica palpebra e terza palpebra
  • Forma e colore dell’iride
  • Opacità del cristallino

Esame interno dell’occhio

Per esaminare l’interno dell’occhio si impiegherà anestetico locale, per poi utilizzare farmaci ed altri strumenti o Test come

  • Fluoresceina
  • Speciali colliri (midriatici)
  • Coloranti
  • Oftalmoscopio
  • Test lacrimale di Schirmer
  • Test visivo di riflesso

 

Esaminando l’interno dell’occhio, si possono attenzionare cambiamenti dell’iride, camera dell’occhio, fondo oculare.

Altre tecniche specialistiche sono la

  • Gonioscopia per identificare la causa del glaucoma
  • Tonometria per misurare la pressione intraoculare
  • Elettroretinografia per misurare l’attività elettrica dell’occhio (stimolazione della retina con flash luminoso)

La visita oculistica non è rischiosa per il cane o gatto, l’importante che l’animale sia ben fissato per evitare movimenti involontari.

Salva

Elicats
You cannot copy content of this page