Home » Esami e diagnostica cane gatto » Broncoscopia cane gatto Diagnosi Tosse acuta e cronica

Broncoscopia cane gatto Diagnosi Tosse acuta e cronica

  • Elicats 
Broncoscopia cane

Broncoscopia cane e nel gatto è un metodologia diagnostica (tecnica mininvasiva mediante strumento a fibre ottiche) che richiede un’anestesia generale del paziente,  permette al veterinario di vedere attraverso una telecamera endoscopica: trachea, polmoni e strutture interne.

Viene eseguita in corso di patologie respiratorie acute e croniche come

  • Tosse Acuta (sospetta inalazione di un corpo estraneo come i forasacchi)
  • Tosse Cronica di origine sconosciuta
  • Respiro Russante o Stridore Respiratorio in assenza di lesioni laringee (Laringoscopia nella norma).
  • Conferma e Stadiazione del Collasso Tracheale
  • Stadiazione delle Bronchiti Croniche
  • Distinzione tra patologia cardiaca o patologia polmonare come causa di tosse nel cane
  • Diagnosi e Stadiazione delle Neoplasie Polmonari
  • Malattia Parenchimale Cronica (Bronchiale – Alveolare – Interstiziale)
  • Alitosi persistente

E’ indicata per valutare lo stato delle vie aeree e per prelevare campioni per l’esame citologico e prelievi bioptici o per un lavaggio tracheobronchiale

Broncoscopia cane gatto

La tecnica per ottenere materiale per un successivo esame citologico è quella del lavaggio tracheobronchiale che permette di identificare agenti infettivi:

  • Mycoplasma spp.
  • Pasteurella spp.
  • Bordetella bronchiseptica
  • Salmonella typhimurium
  • Pseudomonas spp
  • Cryptococcus neoformans
  • Aelurostrongylus abstrusus

Broncoscopia viene consigliata dal veterinario in caso di

  • Collasso tracheale
  • Collasso bronchiale (Broncomalacia)
  • Corpi estranei (spesso forasacchi)
  • Stenosi
  • Tosse cronica
  • Emorragie
  • Tosse con sangue
  • Tumori
  • Compressione delle vie aeree
  • Bronchite infettiva
  • Polmonite

Generalmente è una procedura a basso rischio; in rari casi la trachea o i bronchi possono subire piccole lesioni e dopo il prelievo di tessuto (biopsie) può verificarsi sanguinamento. Valutate sempre i rischi dell’anestesia generale.