Home » Nutrizione gatto cane » Come cambiare pet-food al gatto Consigli pratici per evitare errori

Come cambiare pet-food al gatto Consigli pratici per evitare errori

  • Elicats 
Come cambiare pet-food al gatto

Stai cercando di cambiare pet-food al gatto? Il gatto come sappiamo è particolarmente esigente ed abitudinario in fatto di cibo, se è in salute nessun problema, faremo di tutto per renderlo felice e compreremo per lui food più gustoso e appetibile, se invece ha problemi di salute e siamo obbligati a cambiare alimentazione al gatto, potremmo trovarci in una situazione di totale rifiuto del nuovo cibo.

Come cambiare pet-food al gatto

Cosa accade se improvvisamente siamo costretti per il suo bene a cambiare marca di cibo, passare dai croccantini all’umido o viceversa, iniziare una cura che prevede il cibo medicato?

Le ragioni che portano ad un cambio di alimentazione “forzata”

  1. Insufficienza renale cronica
  2. Calcoli renali
  3. IBD  – INFIAMMAZIONE INTESTINALE GATTO
  4. Malattie del fegato
  5. Diabete
  6. Intolleranze alimentari
  7. Pancreatite
  8. Allergie e dermatiti
  9. Cancro
  10. Invecchiamento le esigenze nutrizionali cambiano!

Tremate tremate perché vedrete come il vostro gatto si trasformerà nel più capricciosetto dei felini!

  GATTO

Avviare la transizione vs il nuovo pet-food

  • Ridurre lo stress
  • Evitare lunghi digiuni (rischio lipidosi epatica, i gatti obesi sono maggiormente esposti)
  • Evitare problemi digestivi, diarrea o stitichezza
  • Non avere fretta, rispettiamo i suoi tempi
  • Pesarlo prima di iniziare qualsiasi variazione alla dieta

Transizione dal pet-food secco al cibo umido

Iniziare con piccole porzioni aggiunte al pet-food abituale, quindi aumentare gradualmente le proporzioni del cibo nuovo. Se siamo fortunati entro 10-14 giorni riusciremo nell’intento!

  • Giorno 1: Aggiungere 1 parte del nuovo cibo al cibo abituale
  • Giorno 2: Aggiungere 2 parti del nuovo cibo
  • Giorno 3: Aggiungere 3 parti del nuovo cibo e così via fino al 10 giorno

Trucchi per far mangiare il gatto

Se il gatto non accetta il nuovo cibo è possibile ricorrere a qualche trucchetto, cospargere sopra il nuo cibo i seguenti:

  • Croccantini preferiti al gatto polverizzati sopra il nuovo cibo
  • Pezzetti di tonno/olio tonno
  • Pasta di acciughe
  • Olio di salmone
  • Formaggio stagionato come il Grana Padano/Parmigiano Reggiano da polverizzare sopra
  • Gamberetti
  • Salmone

Attenzione a questi alimenti alcuni sono molto grassi e possono non essere compatibili con alcune malattie come la pancreatite,  o in caso di allergie alimentari.

Gatto non mangia il nuovo cibo

In commercio troviamo gli insaporitori per Cibo Cane e Gatto Trainer Lio Mix, oppure gli aromatizzanti entrambi possono essere aggiunti o al pet-food umido/secco per renderlo ancora più appetibile.

Cat Liquid Snack di Vitakraft farà impazzire la vostra piccola tigre di casa! Questo gustoso snack liquido è un fuoripasto ideale per ogni occasione, anche questo è possibile aggiungerlo al pet-food!

Lettura Consigliata  Pet-food di qualità per cane gatto Lista di oltre 40 cibi tra secco e umido

Transizione dall’umido a croccantini

In questo caso la nostra “Missione” potrebbe rivelarsi un fallimento; proviamo ad offrire inizialmente i croccantini morbidi, ponendoli prima in ammollo per circa 20 minuti.

Si procede come sempre osservando un periodo di transizione quindi mischiando cibo abituale con le crocchette.

Lettura Consigliata  Gatto annusa il cibo ma non mangia Cosa fare per aiutarlo

 NON CEDERE NON CEDERE NON CEDERE!

FA MALE AL CUORE MA DOBBIAMO ESSERE IRREMOVIBILI

Se il gatto dovesse capire che davanti ad un suo rifiuto “molliamo” la sua pappa preferita…beh che lo dico a fare!

Detto ciò… prendete in considerazione ove possibile, il passaggio al cibo fresco e naturale, soprattutto se il gatto ha problemi di salute.

DISCLAIMER: I CONTENUTI SONO SOLO A SCOPO INFORMATIVO E IN NESSUN CASO POSSONO COSTITUIRE LA PRESCRIZIONE DI UN TRATTAMENTO O SOSTITUIRE LA VISITA SPECIALISTICA O IL RAPPORTO DIRETTO CON IL PROPRIO VETERINARIO/MEDICO. NON SI INTENDE FAR UTILIZZARE LE NOZIONI CONTENUTE IN QUESTE PAGINE PER SCOPI DIAGNOSTICI O PRESCRITTIVI O COME BASE PER QUALSIASI TERAPIA MEDICA. EVENTUALI DECISIONI CHE DOVESSERO ESSERE PRESE DALL’UTENTE, SULLA BASE DELLE INFORMAZIONI QUI LETTE, SONO ASSUNTE IN PIENA AUTONOMIA DECISIONALE E A PROPRIO RISCHIO. TUTTE LE INFORMAZIONI QUI RIPORTATE DERIVANO DA FONTI BIBLIOGRAFICHE, ESPERIENZE PERSONALI E STUDI CLINICI DI DOMINIO PUBBLICO, SONO ESCLUSIVAMENTE A SCOPO INFORMATIVO, SENZA ESSERE IN ALCUN MODO LEGALMENTE PERSEGUIBILI E QUINDI NON SI ACCETTANO RESPONSABILITÀ PER DANNI CHE POTREBBERO DERIVARE DALL’USO DI QUESTE INFORMAZIONI. SI DECLINA OGNI RESPONSABILITÀ PER EVENTUALI ERRORI DI TESTO

Copyright (c)  Elicats – Tutti i diritti riservati. Vietata la copia anche parzialeSalva