Vai al contenuto
Home » Nutrizione gatto cane » Diabete gatto: Alimentazione Cosa sapere sul cibo

Diabete gatto: Alimentazione Cosa sapere sul cibo

  • Elicats 
Diabete nel gatto Alimentazione

L’alimentazione nel gatto diabetico rappresenta una sfida ed un’organizzazione quotidiana non indifferente, cerchiamo di chiarire alcuni punti e vediamo come affrontare il diabete in ciotola!

Diabete gatto Alimentazione

REGOLE DA RISPETTARE

  1. Ridurre gradualmente i croccantini
  2. Non appena viene diagnosticata la malattia, non cercate di apportare modifiche sostanziali alla dieta ed evitate di cambiare spesso cibo e/o marca di cibo
  3. Gradualmente e con la supervisione del veterinario, adottate un’alimentazione naturale o cibo umido con pochissimi carboidrati

Diabete nel gatto alimentazione

VEDIAMO I TRE PUNTI NEL DETTAGLIO

I croccantini hanno troppe sostanze poco “identificabili” come materia prima. Non sempre è possibile verificare la quantità di carboidrati realmente dichiarata, I gatti necessitano di circa 5% di carboidrati, i croccantini ne contengono fino al 50%.  Se il vostro gatto ha sempre mangiato croccantini con una % alta in zuccheri, non cambiate drasticamente la dieta, potrebbe essere deleterio per la sua salute; è opportuno rispettare un periodo di transizione dietetica.

All’inizio della malattia se riducete in toto i carboidrati e somministrate insulina, rischiate crisi ipoglicemiche, la crisi ipoglicemica è molto pericolosa il gatto inizia a tremare, potrebbero subentrare le convulsioni, in caso di emergenza dare immediatamente al gatto un po’ di miele. Le crisi ipoglicemiche si presentano quasi sempre la notte per assicurare i pasti al gatto vi consiglio di munirvi di una ciotola Hi-tech magari con timer programmabile qui qualche modello.

Se il diabete non è controllato, il gatto presenta polifagia, fame eccessiva tipico sintomo della malattia. La malattia migliora molto con il solo cambio di alimentazione!  Il cibo umido o preparato in casa è preferibile, se comprate pet-food evitate di acquistare scatolette con:

  • Salse o gelatine (spesso contengono zucchero)
  • Niente soia, mais, riso o altri carboidrati
  • Niente frutta
  • Niente conservanti e coloranti

Dieta casalinga gatto diabetico

equilibrio difficile?

La scelta del cibo è la prima terapia utile per migliorare lo stato di salute, ma pur non volendo è facile sbagliare. Occorre non trascurare diversi aspetti circa la nutrizione felina, se optate per la preparazione dei pasti rivolgetevi ad un veterinario/nutrizionista; in questo link troverete alcune informazioni utili.

Qualunque sia la vostra scelta, ricordate che dovete procedere gradualmente per due motivi:

  1. Il gatto, già debilitato dalla malattia non può far fronte al cambiamento metabolico improvviso
  2. Possono subentrare crisi ipoglicemiche

La dieta svolge un ruolo fondamentale nella gestione efficace del gatto diabetico, i gatti sono carnivori e il gatto diabetico è intollerante ai carboidrati quindi risponde meglio ad una dieta a basso contenuto di carboidrati.

Se viene attuato il cambio di alimentazione con una dieta a basso contenuto in carboidrati, e il gatto è già in terapia insulinica, è necessario rivedere e abbassare il dosaggio di insulina, molto spesso i gatti diventano più sensibili all’insulina dopo che la loro dieta è stata modificata.

Per evitare l’ipoglicemia occorre lavorare con il veterinario mantenendo una dieta prevalentemente proteica per evitare ricadute o per mantenere più a lungo il gatto in remissione clinica della malattia.

DISCLAIMER: I CONTENUTI SONO SOLO A SCOPO INFORMATIVO E IN NESSUN CASO POSSONO COSTITUIRE LA PRESCRIZIONE DI UN TRATTAMENTO O SOSTITUIRE LA VISITA SPECIALISTICA O IL RAPPORTO DIRETTO CON IL PROPRIO VETERINARIO/MEDICO. NON SI INTENDE FAR UTILIZZARE LE NOZIONI CONTENUTE IN QUESTE PAGINE PER SCOPI DIAGNOSTICI O PRESCRITTIVI O COME BASE PER QUALSIASI TERAPIA MEDICA. EVENTUALI DECISIONI CHE DOVESSERO ESSERE PRESE DALL’UTENTE, SULLA BASE DELLE INFORMAZIONI QUI LETTE, SONO ASSUNTE IN PIENA AUTONOMIA DECISIONALE E A PROPRIO RISCHIO. TUTTE LE INFORMAZIONI QUI RIPORTATE DERIVANO DA FONTI BIBLIOGRAFICHE, ESPERIENZE PERSONALI E STUDI CLINICI DI DOMINIO PUBBLICO, SONO ESCLUSIVAMENTE A SCOPO INFORMATIVO, SENZA ESSERE IN ALCUN MODO LEGALMENTE PERSEGUIBILI E QUINDI NON SI ACCETTANO RESPONSABILITÀ PER DANNI CHE POTREBBERO DERIVARE DALL’USO DI QUESTE INFORMAZIONI. SI DECLINA OGNI RESPONSABILITÀ PER EVENTUALI ERRORI DI TESTO

Elicats
You cannot copy content of this page