Home » Esami e diagnostica cane gatto » Blocco urinario gatto cosa fare Uretrostomia Terapia Post Int. #5 Rimedi

Blocco urinario gatto cosa fare Uretrostomia Terapia Post Int. #5 Rimedi

  • Elicats 
Blocco urinario gatto cosa fare

Blocco urinario gatto cosa fare in caso di Uretrostomia perineale gatto intervento chirurgico. E’ una tecnica chirurgica eseguita per ridurre l’ostruzione uretrale ricorrente, viene consigliata dal veterinario quando il gatto non risponde alla cateterizzazione, trattamenti farmacologici e dietetici.

In caso di blocco urinario nel gatto occorre recarsi immediatamente dal veterinario, CODICE ROSSO SE NON SI INTERVIENE SUBITO IL GATTO RISCHAIA LA MORTE.

Blocco urinario gatto cosa fare

ASSISTENZA A CASA –  POST INTERVENTO CHIRURGICO

  • Ridottissima attività per i primi 15 giorni
  • Controllare le abitudini in lettiera
  • Avvisare il veterinario se il gatto non urina
  • Controllare il flusso dell’urina
  • Mantenere una dieta fresca e leggera
  • Se il gatto accusa dolore dopo l’operazione è necessario somministrare degli analgesici
  • È importante che il gatto abbia il collare elisabetta preferibile morbido come questo in foto anche perchè dovrà tenerlo per almeno due settimane.
  • Arricchire l’ambiente con nuovi giochi perché è stato dimostrato che lo stress è uno dei fattori predisponenti. v. Modifiche ambientali Multimodali MEMO
Blocco urinario gatto cosa fare

collare di protezione per convalescenza, per gatto, antimorso e antileccamento, interno in schiuma e morbido

Limitare l’attività fisica, è consigliato far soggiornare il gatto in un luogo tranquillo, privo di rumori, lettiera e ciotole vicine e una cuccia bassa e ampia, anche la cassetta per i bisogni dovrebbe essere con i bordi non molto alti, utile una lettiera su carta di giornale, finché la ferita non è guarita, sconsigliata la classica lettiera di argilla. Nel caso in cui dovrete passare molto tempo fuori casa e lasciare il gatto da solo (non consigliato) è preferibile dotarsi di una tutina medica per gatti, questa protegge bene la zona e non è molto aderente. (verificate taglia e misure)

tutina medica per gatti

Da sapere

  • Se l’intervento viene eseguito correttamente, è improbabile che i gatti svilupperanno successive ostruzioni delle vie urinarie.
  • I gatti dovrebbero essere ricontrollate ogni  3, 6 e 12 mesi dopo l’intervento chirurgico per verificare eventuali infezioni del tratto urinario.
  • Uretrostomia perineale non impedisce la formazione di calcoli ed infiammazione della vescica.

Uretrostomia gatto

L’intervento chirurgico comprende la resezione del pene e parte dell’uretra per lasciare il posto ad “un’apertura più ampia”. Dopo l’intervento il gatto deve essere costantemente monitorato. Nel gatto l’uretrostomia può essere perineale, prepubica, subpubica e transpelvica.

  • Uretrostomia perineale si esegue quando la patologia interessa la porzione più caudale dell’uretra
  • Uretrostomia prepubica quando è interessata la porzione craniale dell’uretra.

ESAMI PRE – OPERATORI

  • Emocromo e profilo biochimico
  • Ecografia addominale
  • Radiografia
  • Elettrocardiogramma

Uretrostomia perineale gatto intervento chirurgico

INTERVENTO

Questo tipo di intervento viene effettuato in anestesia generale, solitamente dura circa 1 ora (compresa l’anestesia). Il rischio legato all’operazione di uretrostomia in un gatto sano è molto basso, occorre comunque conoscere sempre le complicanze legate all’anestesia; possono essere utilizzate sia suture assorbibili e sia suture che dovranno essere rimosse dopo circa 10-15 giorni.

Dopo l’intervento si può presentare gonfiore, sanguinamento ed infezione post operatoria.

La degenza in clinica è solitamente di 2-3 giorni, il veterinario prima delle dimissioni valuterà la funzione renale e la capacità del gatto di urinare dopo l’operazione.

blocco urinario gatto

URETROSTOMIA NEL GATTO IL  POST OPERATORIO

Il veterinario prescriverà

  • Farmaci per alleviare il dolore – antidolorifici –
  • Antibiotici per le infezioni
  • Collare elisabetta per 2 settimane
  • Utilizzo di speciali lettiere

Stimolare il gatto a urinare con i rimedi omeopatici

Sono 5 i rimedi omeopatici che somministro ai miei gatti una volta che l’animale è stato dimesso dalla clinica e lo riporto a casa!

Staphysagria: si usa come arnica in monodose  o in granuli dopo la rimozione del catetere per scongiurare infezione e infiammazione, di supporto in caso anche di cistite idiopatica in quanto agisce in molte condizioni cliniche come sindromi ansioso-depressive.

Lycopodium: indicato quando vi è uno scompenso acuto della funzionalità renale con iperuricemia, iperazotemia.

E’ un rimedio costituzionale agisce sia a livello fisico e emotivo, lo uso nel post-ricovero, in caso di inappetenza dove c’è il rischio di lipidosi epatica, utile anche questo rimedio in caso di cistite idiopatica quando il gatto è timoroso, apatico e si isola. E’ indicato in caso di infezioni vie urinarie, bruciore durante la minzione.

Cuprum metallicum 

Il Cuprum riduce gli spasmi: omeopatico che presenta efficace azione antispastica e miorilassante. Coadiuvante nel trattamento delle forme spastiche, acute e croniche, a carico della muscolatura liscia e striata.

Come somministrare Rimedio Omeopatico al gatto e al cane

SIN 15 IGEAKOS

SIN 15 si caratterizza per un’azione antinfiammatoria, antispastica ed antisettica urinaria.

Sblocca questo contenuto Premium!

Visualizza il contenuto bloccato gratuitamente!


Disclaimer: I Contenuti Sono Solo A Scopo Informativo E In Nessun Caso Possono Costituire La Prescrizione Di Un Trattamento O Sostituire La Visita Specialistica O Il Rapporto Diretto Con Il Proprio Veterinario/Medico.