Home » Medicina Antroposofica » Che cos’è Renodoron e a cosa serve? Umana e Veterinaria

Che cos’è Renodoron e a cosa serve? Umana e Veterinaria

  • Elicats 

La medicina antroposofica è un ampliamento della medicina. Venne sviluppata a partire dal 1920 dal Dott. Rudolf Steiner, fondatore dell’antroposofia, in collaborazione con la Dott.ssa Ita Wegman e con altri medici.

Che cos’è Renodoron® e a cosa serve?

Renodoron® è un medicinale antroposofico per le malattie renali. Secondo la conoscenza antroposofica dell’uomo e della natura, le aree di applicazione comprendono il trattamento di accompagnamento per le malattie renali croniche, in particolare i calcoli renali. Lo impiego con ottimi risultati insieme all’erba spaccapietra in caso di calcoli di struvite oppure insieme alla gramigna in caso di calcoli di ossalato nel gatto e nel cane

Come prendere Renodoron

Renodoron® si assume come i rimedi omeopatici, se non diversamente prescritto dal medico, la dose abituale è: 1-2 compresse 3 volte al giorno. (in umana)

In caso di malattia acuta si somministra almeno per due settimane, per le patologie croniche occorre valutare il caso singolo e la patologie.

Cosa contiene Renodoron

 

Composizione:

 

1 compressa contiene: Principio attivo: Lapis Cancri – Flintstein Trit. D15 (HAB, V. 6) 250 mg. (1 g di sostanza primordiale contiene: Lapis Cancri 0,5 g / pietra focaia 0,5 g.). Eccipienti: amido di frumento, behenato di calcio.

Questo medicinale contiene lattosio. Pertanto si prega di prenderlo solo dopo aver consultato il vostro medico se sapete di soffrire di intolleranza a alcuni zuccheri. L’amido di frumento può contenere piccole quantità di glutine, ma questo è anche per i pazienti, che soffrono di celiachia sono considerati tollerabili.

La polarità calcio-silice data con le materie prime è descritta con riferimento al modo in cui si sviluppano in natura. Il lapis cancri con la sua marcata affinità con il metabolismo e la selce, rappresentativa della funzione neurosensoriale, sono quindi considerati in relazione alla funzione renale.

Orientamento antroposofico: fornisce al corpo un’immagine della funzione renale sana e della capacità di sciogliere le sostanze minerali precipitate. La silice (quarzo) dirige il metabolismo verso le forze plastiche che guidano il processo di nutrizione, per evitare la tendenza delle formazioni di calcoli.

 

Rudolf Steiner  ha creato con “Renodoron” (fiale e compresse di Weleda) una medicina specialmente contro i calcoli renali e vescicali.

Weleda offre una versione galenicamente migliorata di “Renodoron”: “Silex-Lapis Cancri solutus” Dil. D4

Silex Lapis Cancri Solutus D4 Diluizione

Salvo diversa prescrizione, adulti e adolescenti ricevono da 1 a 3 volte al giorno 5 – 10 gocce, i bambini in età scolare dai 7 ai 12 anni non più di due terzi di Dose per adulti, neonati dai 2 ai 6 anni di età non più della metà della Dose per adulti, neonati nel 1° anno di vita dopo aver consultato un medico non più di un terzo della dose dell’adulto. Le gocce vengono prese diluite con acqua prima dei pasti. I neonati e i bambini fino a 6 anni ricevono le gocce con un po’ di tè diluito. Il livello di potenza adatto al trattamento viene scelto dal medico in base al rispettivo quadro clinico e prescritto individualmente al paziente.

E’ sconsigliato il fai da te, per la terapia è obbligatorio rivolgersi a medici o veterinari esperti in medicina antroposofica. Veterinaria antroposofica: per la medicina veterinaria e umana riferimenti medici e veterinari in Italia vai al sito

 

Viscum Album Iscador Terapia olistica contro il Tumore