Home » Prodotti naturali ed integratori cane e gatto » Ginkgo Biloba nel cane e gatto Proprietà e Controindicazioni

Ginkgo Biloba nel cane e gatto Proprietà e Controindicazioni

  • Elicats 

Ginkgo Biloba cane gatto, una pianta medicinale originaria della Cina, utilizzata da diversi decenni per i suoi effetti terapeutici.

Ginkgo Biloba per cane e gatto

Il ginkgo biloba contiene terpeni, ginkgolide B flavonoidi con la capacità di interferire sulla funzionalità dei mastociti, riuscendo ad inibire il rilascio di istamina, utile in caso di allergie, nei disturbi cardiovascolari, cardiopatie e anche neoplasie. Il Ginkgo biloba inoltre contrasta lo stress ossidativo grazie ai Flavonoidi che sono dotati anche di proprietà antinfiammatorie.

Invecchiamento cerebrale cane

  • Senilife apporta sostanze nutritive per un invecchiamento cerebrale di successo dei cani e gatti anziani. Senilife non è un farmaco veterinario, ma un alimento complementare per cani e gatti
  • Proprietà: la fosfatidilserina è un importante componente naturale delle membrane cellulari di cui garantisce la corretta fluidità
  • In sinergia con la piridossina, mantiene la corretta neurotrasmissione
  • Resveratrolo, estratto di ginkgo biloba e vitamina E possiedono funzione antiossidante, neutralizzando i radicali liberi prodotti durante l’invecchiamento cerebrale

Senilife indicazioni

Indicazioni: supporta la funzione cerebrale nei cani e nei gatti anziani. Il suo effetto neuroprotettivo (protezione dei neuroni dai processi degenerativi) favorisce un invecchiamento cerebrale di successo.

Ginkgo Biloba Proprietà

Azione antiallergica e nel trattamento dell’asma felina

Grazie ai ginkgolidi che contrastano la bronco-costrizione che viene indotta dal PAF (Platelet aggregating factor). Il PAF è un potente fattore aggregante piastrinico ed è coinvolto in vari processi pro-infiammatori, è implicato nella formazione dei trombi, nell’iperpermeabilità capillare e nell’asma allergica.

Inibisce la liberazione di cortisolo

Il Ginkgo rallenta il rilascio di cortisolo e può aiutare a controllare la malattia di Cushing nel cane. I ginkgolidi inibiscono la liberazione di cortisolo in risposta allo stress

Affezioni neuro-psichiche

Il Ginkgo biloba migliora tutti i disturbi cognitivi legati alla vecchiaia, permette di regolare il consumo cerebrale di glucosio ed aumenta il flusso sanguigno al cervello, ha inoltre effetti neuroprottettivi.

Azione sul cuore e sul sistema circolatorio

Il ginkgo possiede attività vasodilatatrice sulle arterie, aumenta il tono venoso, è una pianta di provata efficacia nell’insufficienza venosa grazie all’azione flebotropa, viene impiegato in caso di varici, tromboflebiti, emorroidi ed ischemie, ipertensione.

Azione sui disturbi visivi

Il Ginkgo contrasta il danno retinico, è utile in caso di disturbo alla vista associato al glaucoma. Migliora la circolazione capillare dell’occhio.

Ginkgo biloba analcolico per cane e gatto

Ginkgo biloba controindicazioni cane

Effetti collaterali sono rari e di moderata entità, va comunque usata sotto stretto controllo medico nei cani e gatti che assumono farmaci anticoagulanti ed antiaggreganti piastrinici. Non somministrare prima di interventi chirurgici. Dosaggi molto elevati possono causare disturbi gastrointestinali come diarrea, nausea e vomito.

Salva

Salva