Home » Malattie dei gatti A-M » Malattie del fegato nel gatto Fegato intossicato Cosa fare

Malattie del fegato nel gatto Fegato intossicato Cosa fare

  • Elicats 

In questo articolo descriveremo le malattie del fegato nel gatto, i rimedi, nutraceutici e le cure naturali. Il fegato è un organo molto complicato e laborioso, riesce ad eseguire più di mille funzioni fondamentali per la vita.

E’ responsabile del metabolismo dei grassi, proteine, carboidrati, etc. esso provvede alla produzione della BILE (il prodotto di secrezione degli epatociti che il fegato riversa nella cistifellea), la Bile non contiene enzimi digestivi, ma Sali biliari che hanno un ruolo essenziale nella emulsione e assorbimento dei grassi. La bile viene trasportata nella cistifellea tramite i dotti biliari, viene poi rilasciata nel piccolo intestino per aiutare la digestione del cibo.

Malattie del fegato nel gatto

Le funzioni più importanti del fegato

Malattie del fegato nel gatto

  • Digestione del cibo
  • Disintossicazione
  • Produzione delle proteine essenziali come albumina e globuline
  • Deposito delle vitamine liposolubili
  • Regolazione del sistema immunitario

Lipidosi epatica gatto

La lipidosi epatica, detta anche malattia del fegato grasso, si verifica quando il gatto diventa anoressico (riduzione della quantità di cibo o digiuno prolungato) Il corpo inizia ad utilizzare le riserve di grasso come combustibile ed il fegato è costretto a svolgere un super lavoro per convertire il grasso in energia. Quando il fegato non riesce più ad effettuare questa trasformazione, il grasso si accumula all’interno delle cellule (epatociti) ed i trigliceridi in eccesso causano un deficit d’organo.

  • Vomito
  • Diarrea
  • Debolezza  dovuta a squilibri elettrolitici o carenze vitaminiche
  • Ittero (colorazione giallastra della pelle causata da iperbilirubinemia (bilirubina ≥ 1,5 mg / dl). La bilirubina è il principale pigmento biliare ed è derivato dalla degradazione dell’emoglobina.


Malattie del fegato nel gatto, integratori e cure naturali

I  gatti in sovrappeso sono i più predisposti nello sviluppare la lipidosi epatica, quando smettono di nutrirsi arrivando a perdere circa il 25 % del loro peso corporeo!

La ripresa può avvenire nell’arco di mesi, La lipisosi può definirsi come una malattia secondaria, perché è chiaro che se il gatto non si alimenta la causa deve essere ricercata in ciò che ha determinato l’inappetenza.

Malattie primarie che possono favorire la lipidosi epatica

I gatti con il diabete hanno un rischio maggiore di sviluppare la lipidosi epatica a causa del diabete che aumenta il metabolismo e la mobilitazione dei lipidi

Ci sono diversi trattamenti terapeutici e cure naturali per la lipidosi epatica o in corso di malattie del fegato nel gatto, ma la terapia d’emergenza, che può salvare la vita al nostro gatto, è l’alimentazione forzata (anche con sondino) somministrazione di vitamine, specialmente la vitamina K, amminoacidi, taurina, sali minerali, fluidoterapia.

Utile anche l’uso di gastroprotettori. Se il gatto presenta anche una forte anemia, occorre valutare una trasfusione di sangue.

 COLANGITI/COLANGIOEPATITI NEL GATTO

Malattie infiammatorie o infettive del fegato e/o del tratto biliare -EPATOBILIARI-

  • COLANGITE SI RIFERISCE AD INFEZIONE O INFIAMMAZIONE DEL DOTTO BILIARE
  • COLANGIOEPATITE QUANDO L’ INFIAMMAZIONE INTERESSA FEGATO E DOTTI BILIARI

 

 Col = bile

Angio = vaso

Epat = fegato

Ite = infiammazione

Colangite neutrofila e linfocitaria

COLANGITE NEUTROFILA

La colangite suppurativa o neutrofila è la forma più comune nel gatto.

Avviene per migrazione dei batteri dal tratto intestinale all’interno del fegato causando infiammazione, in considerazione della particolare struttura anatomica dei gatti, essi sono predisposti alle infezioni da ascensione dei batteri dal tratto digerente.

Altre cause Colangite neutrofila

  • FIP – L’infezione porta ad infiammazione diffusa nell’addome, tra cui il fegato, e l’infiammazione dei vasi sanguigni (vasculite). Ittero, versamento addominale, vomito, diarrea e febbre sono i segni comuni.
  • Virus
  • Parassiti (toxoplasmosi)
  • Infezioni fungine (coccidioidomicosi e istoplasmosi)
  • Farmaci
  • Metalli pesanti
  • Prodotti chimici

COLANGITE LINFOCITARIA

E’ la forma evoluta, cioè la fase cronica della colangite neutrofila. Si distingue per la presenza di infiltrato infiammatorio ed ascite

Colangite Neutrofila o Suppurativa Cause Sintomi Trattamento
FASE ACUTA Infezione da batteri (E.coli) provenienti dall’intestino   Improvvisa perdita di appetito, vomito, diarrea, febbre, tensione addominale,  ittero, infezione batterica, pancreatite Antibiotici+terapia di supporto
Colangite Linfocitaria Cause Sintomi Trattamento
FASE CRONICA Progressione della forma acuta Vomito, ittero Corticosteroidi, terapia di supporto, possibilmente antibiotici

 

I gatti affetti da colangite POSSONO SVILUPPARE

  1. Lipidosi epatica secondaria
  2. Pancreatite cronica
  3. IBD (Inflammatory bowel disease)

LA PRESENZA DI TUTTE E TRE LE PATOLOGIE SI CHIAMA: TRIADITE FELINA

CISTI AL FEGATO

Le cisti possono essere acquisite o presenti fin dalla nascita; è una malattia congenita policistica del fegato frequente nei gatti persiani.

Le cisti spesso non vengono diagnosticate; se si allargano possono causare dolori e gonfiori addominali, letargia, vomito e sete eccessiva. Le cisti possono essere identificate con radiografie o ecografia e la rimozione chirurgica di solito è risolutiva.

NEOPLASIE EPATICHE

Ne parleremo in un altro articolo dedicato ai tumori, per il momento è bene sapere che i tumori primitivi (che hanno origine nel fegato) sono meno comuni di quelli che invece iniziano in altri organi (Pancreas, intestino e reni), il fegato può presentare metastasi causate da carcinomi renali, linfomi, emangiosarcomi etc.

Gatti con tumori al fegato sono

  • Letargici
  • Anemici
  • Presentano ittero

Per una diagnosi definitiva, la biopsia è necessaria, se un singolo lobo è coinvolto e non ci sono metastasi, si può ricorrere alla rimozione chirurgica; non vale lo stesso se sono coinvolti più lobi: purtroppo per i tumori del fegato, che coinvolgono più lobi, la prospettiva di vita è breve.

CARCINOMA EPATICO NEL GATTO

I sintomi più comuni del cancro al fegato includono:

Opzioni di trattamento per il cancro al fegato nei Gatti

La rimozione chirurgica delle sezioni del fegato è l’opzione migliore per il cancro al fegato nei gatti, i carcinomi epatocellulari non rispondono alla chemioterapia, quindi la chirurgia rimane l aprima scelta per questo tipo di tumore. Fino al 50% del fegato di un gatto può tranquillamente essere rimosso.

Dopo l’asportazione chirurgica, trattamento Home Care

Seguire scrupolosamente le indicazioni del veterinario, dare da mangiare cibi di alta qualità e molto digeribili e possibilmente freschi, evitate i croccantini evitate tutto il pet-food con coloranti, conservanti, glutine,  rigorosamente alimentazione e dieta fresca e naturale in corso di malattie del fegato nel gatto

Se VUOI sapere come sostenere e disintossicare il fegato del gatto con i rimedi naturali o come le malattie del fegato nel gatto possono essere trattate con l’omeopatia, micoterapia, integratori e nutraceutici, vai alla pagina dedicata.

Vuoi rimanere aggiornato sulle ultime news del mondo pets? segui la nostra pagina Facebook o Iscriviti al Forum!

 

DISCLAIMER: I CONTENUTI SONO SOLO A SCOPO INFORMATIVO E IN NESSUN CASO POSSONO COSTITUIRE LA PRESCRIZIONE DI UN TRATTAMENTO O SOSTITUIRE LA VISITA SPECIALISTICA O IL RAPPORTO DIRETTO CON IL PROPRIO VETERINARIO/MEDICO. NON SI INTENDE FAR UTILIZZARE LE NOZIONI CONTENUTE IN QUESTE PAGINE PER SCOPI DIAGNOSTICI O PRESCRITTIVI O COME BASE PER QUALSIASI TERAPIA MEDICA. EVENTUALI DECISIONI CHE DOVESSERO ESSERE PRESE DALL’UTENTE, SULLA BASE DELLE INFORMAZIONI QUI LETTE, SONO ASSUNTE IN PIENA AUTONOMIA DECISIONALE E A PROPRIO RISCHIO. TUTTE LE INFORMAZIONI QUI RIPORTATE DERIVANO DA FONTI BIBLIOGRAFICHE, ESPERIENZE PERSONALI E STUDI CLINICI DI DOMINIO PUBBLICO, SONO ESCLUSIVAMENTE A SCOPO INFORMATIVO, SENZA ESSERE IN ALCUN MODO LEGALMENTE PERSEGUIBILI E QUINDI NON SI ACCETTANO RESPONSABILITÀ PER DANNI CHE POTREBBERO DERIVARE DALL’USO DI QUESTE INFORMAZIONI. SI DECLINA OGNI RESPONSABILITÀ PER EVENTUALI ERRORI DI TESTO