Home » HUMAN HEALTH » Morbo di Crohn terapia e gli effetti della lattoferrina

Morbo di Crohn terapia e gli effetti della lattoferrina

Morbo di Crohn terapia

La Lattoferrina è una glicoproteina contenuta nel latte dei mammiferi, in particolar modo nel primo latte, fondamentale per la formazione degli anticorpi dei neonati è coinvolta principalmente nella regolazione dell’omeostasi del ferro.

Ha la funzione di rinforzare il sistema immunitario, oltre ad avere proprietà antimicrobiche e antivirali, la lattoferrina è in grado di attraversare la barriera ematoencefalica del cervello influenzando i ricettori, facilitando le sinapsi, inducendo inoltre un effetto calmante.

Lattoferrina benefici e proprietà

La lattoferrina è una glicoproteina derivante dal latte. Per questa motivazione, potrebbero trovarsi delle piccole tracce di lattosio, ma in quantità che non recano problemi per chi soffre di una semplice intolleranza.

  • Proprietà immunomodulante
  • Combatte le infezioni batteriche
  • Di supporto in caso di infezioni virali (Herpes Simplex, HIV e Citomegalovirus)
  • Anemia da carenza di ferro (svolge il compito di trasportare il ferro nel sangue)
  • Migliora i disturbi gastrointestinali
  • Ha attività antinfiammatoria e antiossidante
  • Riequilibra i sistemi enzimatici ferro-dipendenti
  • Protegge la mucosa intestinale
  • Contrasta la disbiosi intestinale

La sua attività batteriostatica è attiva nei confronti dell’Escherichia Coli, responsabili di cistiti e disturbi gastrici. E’ di supporto in caso di cistiti recidivanti e disbiosi o infiammazioni alle vie urinarie.

Lattoferrina contro la disbiosi intestinale, di supporto in caso di

  • Problemi digestivi
  • Diarrea o stitichezza
  • IBD

Lattoferrina VIRUS e BATTERI

La Lattoferrina gioca un ruolo importante nella difesa dell’ospite, migliora l’attività delle cellule natural killer nella difesa immunitaria e può limitare l’ingresso del virus nelle cellule ospiti durante l’infezione, possiede una forte attività antivirale contro un ampio spettro di virus a DNA e RNA. Inibisce l’ingresso di particelle virali nelle cellule ospiti, sia mediante attaccamento diretto alle particelle virali, sia bloccando i loro recettori cellulari virus Herpes simplex, il papillomavirus umano, il virus dell’immunodeficienza umana (HIV) e il rotavirus.

Effetti della lattoferrina cancro colon infiammazione

Pazienti con colite ulcerosa o morbo di Crohn hanno un rischio significativamente maggiore di sviluppare il cancro del colon-retto. Secondo uno studio, la lattoferrina può inibire lo sviluppo del cancro del colon, in un caso di studio, è stato riportato che un paziente con malattia di Crohn è rimasto in remissione per oltre 7 anni mentre ingeriva 1 g di LF al giorno. Pertanto si può stabilire che LF ha un effetto inibitorio sulla carcinogenesi del colon e può anche promuovere la remissione della malattia di Crohn.

Quale integratore di lattoferrina Migliore

Lattoferrina come nutraceutico

In commercio vi sono diversi integratori di lattoferrina, la formula più attiva è in liposomi, l’Apo-lattoferrina (forma di Lattoferrina priva di ferro) risulta più attiva della stessa Lattoferrina (5 volte).

La tecnologia innovativa del prodotto è quella della microincapsulazione in liposomi orali. I liposomi sono sfere lipidiche che permettono la protezione e la successiva liberazione della Apo-lattoferrina e la tecnica di microincapsulazione, applicata alla Apolattoferrina, previene la degradazione gastrica e riduce la velocità di idrolisi nelle condizioni intestinali.

La Apo-lattoferrina, per sua natura, è instabile e risulta essere particolarmente sensibile all’azione proteolitica della Pepsina a livello gastrico ed all’idrolisi proteolitica della Pancreatina a livello intestinale. Ciò si traduce in una denaturazione della proteina, scarso assorbimento e sua inattivazione.

Grazie alla moderna tecnologia di microicapsulazione, si superano tali problematiche ed è una prima formulazione avanzata che permette di garantire l’efficacia della glicoproteina.

Come nutraceutico, la biodisponibilità di Lattoferrina è chiaramente una considerazione importante nel suo utilizzo. Il rivestimento enterico delle capsule di LF è stato proposto come misura per massimizzare l’assorbimento di LF da parte dei recettori situati nell’intestino tenue. Il rivestimento enterico consente il rilascio di LF a una certa distanza dalle attività di pepsina che degradano l’LF nello stomaco, permettendogli di rimanere intatto, nella forma in grado di legare i recettori LF dell’intestino tenue per l’assorbimento e l’eventuale trasferimento nella circolazione sistemica.

Lattoferina Controindicazioni ed effetti collaterali

Non ci sono particolari controindicazioni, può essere assunta anche da chi è intollerante al lattosio bambini e animali compresi. Non essendo la lattoferrina un importante regolatore del ferro, particolare attenzione deve essere osservata per le persone affette da alterato metabolismo del ferro.

Non ci sono studi sulla sicurezza in gravidanza o durante l’allattamento.

IBD CROHN MICI Modulare infiammazione e il Microbiota con i Probiotici

Morbo di Crohn terapia

Riferimenti:

Okubo K, Kamiya M, Urano Y, Nishi H, Herter JM, Mayadas T, et al. Lactoferrin suppresses neutrophil extracellular traps release in inflammation. EBioMedicine. (2016) 10:204–15. doi: 10.1016/j.ebiom.2016.07.012

Anderson BF, Baker HM, Norris GE, Rumball SV, Baker EN. Apolactoferrin structure demonstrates ligand-induced conformational change in transferrins. Nature. (1990) 344:784–7. doi: 10.1038/344784a0

Karav S, German JB, Rouquié C, Le Parc A, Barile D. Studying lactoferrin N-glycosylation. Int J Mol Sci. (2017) 18:E870. doi: 10.3390/ijms18040870

Karav S. Selective deglycosylation of lactoferrin to understand glycans’ contribution to antimicrobial activity of lactoferrin. Cell Mol Biol. (2018) 64:52–7. doi: 10.14715/cmb/2018.64.9.8

Furmanski P, Li ZP, Fortuna MB, Swamy CV, Das MR. Multiple molecular forms of human lactoferrin. Identification of a class of lactoferrins that possess ribonuclease activity and lack iron-binding capacity. J Exp Med. (1989) 170:415–29. doi: 10.1084/jem.170.2.415

Tanaka H, Gunasekaran S, Saleh DM, et al. Effects of oral bovine lactoferrin on a mouse model of inflammation associated colon cancer. Biochem Cell Biol. 2021;99(1):159-165. doi:10.1139/bcb-2020-0087

 

Disclaimer: I Contenuti Sono Solo A Scopo Informativo E In Nessun Caso Possono Costituire La Prescrizione Di Un Trattamento O Sostituire La Visita Specialistica O Il Rapporto Diretto Con Il Proprio Veterinario/Medico.  Tutte Le Informazioni Qui Riportate Derivano Da Fonti Bibliografiche, Esperienze Personali E Studi Clinici Di Dominio Pubblico. Tutte le informazioni su diete speciali e integratori alimentari per animali domestici, sono a scopo informativo. Queste informazioni servono come linea guida generale, non possono essere applicate a tutti gli animali domestici o considerate come alternative a una consulenza professionale.  In queste pagine sono inseriti “Preparati omeopatici di efficacia non convalidata scientificamente e senza indicazioni terapeutiche approvate. I prodotti non vanno intesi come sostituti di una dieta variata ed equilibrata e devono essere utilizzati nell’ambito di uno stile di vita sano. Disclaimer e termini