Home » Sintomi e rimedi gatto » Gatto con la febbre cosa fare abbassarla con Antipiretici Naturali

Gatto con la febbre cosa fare abbassarla con Antipiretici Naturali

  • Elicats 

Gatto con la febbre cosa fare e come abbassarla con antipiretici naturali, di seguito ti elenco le cure che uso per i miei animali! La febbre nel gatto e nel cane si presenta quando vi è un aumento della temperatura, oltre i 39° circa, ricordiamo che la loro temperatura normale è compresa tra 38° e 39°C. Nei gatti la temperatura normale varia dai 38°C ai 39,17°C nei cani adulti, la temperatura corporea normale è tra i 38º e i 39.2º C.

Gatto con la febbre cosa fare

La febbre nel cane è molto rara, ma è bene sapere che se la temperatura supera i 42 gradi potrebbe essere molto pericoloso.

La febbre nei gatti e nei cani viene trattata curando la malattia che l’ha provocata, solitamente vengono prescritti antibiotici ed antinfiammatori.

Gatto con la febbre cosa fare

Febbre cane gatto Rimedi omeopatici

Questi rimedi di norma si somministrano a distanza ravvicinata ogni 15 minuti circa –

In linea di massima le diluzioni utilizzate in ambito veterinario sono: Fase acuta: 5 CH – 7 CH – 9 CH

Come somministrare Rimedio Omeopatico al gatto e al cane

  1. Belladonna 
  2. Aconitum napellus
  3. Arsenicum album
  4. Nux Vomica
  5. Pyrogenium

Rimedi omotossicologici per la febbre

  1. Belladonna-Homaccord oppure Wala Apis Belladonna è un rimedio omeopatico indicato nei casi di malattie infiammatorie con o senza febbre.
  2. Echinacea compositum us vet

 

Come abbassare la febbre al gatto Antipiretici Naturali #2 rimedi che uso per i miei gatti

PEKANA® Fepyr® un medicinale omeopatico-spagirico indicato in caso di stati febbrili di varia origine.

Contiene:

ACONITUM D4: azione generale per i sintomi causati dal “colpo di freddo” o dall’influenza, con soppressione della sudorazione. I segni fondamentali, ad insorgenza rapida e violenta, sono: agitazione, febbre con brividi, associata a cute calda e secca con dolori nevralgici.
ARGENTUM NITRICUM D4, –  ARSENICUM ALBUM D6: dolori urenti che migliorano con il calore. Infezioni virali.
CHINA D3 SPAGIRICO: rimedio ad azione generale per gli stati di debilitazione organica e spossatezza, dovuti ad EUPATORIUM PERFOLIATUM D2: influenza e sindromi influenzali accompagnate da brividi; accessi febbrili acuti con “freddo nelle ossa”.

PEKANA Fepyr , è un rimedio omeopatico-spagirico indicato in caso di stati febbrili di varia origine. Antipiretico.

SIN 45 IGEAKOS

Utile sia nelle fasi acute che nella sintomatologia cronica, SIN 45 si caratterizza per un’azione febbrifuga. IGEAKOS Omotossicologia moderna

Aconitum napellus 6-9-15 DH è indicato in caso di ipertermia da infezione virale o microbica, raffreddore con stato febbrile a brusca insorgenza, tachicardia e agitazione, nevralgie, reumatismi infiammatori, malessere, afonia e raucedine
Alnus glutinosa 4 DH e Ribes nigrum 4 DH sono elettivi nella sindrome febbrile e influenzale a carattere suppurativo delle mucose con astenia
Arnica montana 6-9-15 DH è d’aiuto nella febbre con congestione al viso e disturbi digestivi, afonia e raucedine, Eucalyptus globulus 6 DH nella febbre con cefalea mentre Eupatorium cannabinum 6 DH e China 6 DH in caso di febbre con senso di spossatezza generale e dimagrimento
Belladonna 6-9-15 DH è elettivo in caso di processi flogistici con febbre improvvisa e poi oscillante, rossore, gonfiore, calore e dolore, prostrazione, raffreddore, difficoltà nel deglutire ed assenza di salivazione
Bryonia alba 6-9-15 DH è indicato nella sindrome febbrile adinamica con febbre a inizio progressivo e poi costante, dolori reumatici, cefalea e tosse con dolore al petto
Salix alba 4 DH è elettivo negli stati febbrili con iperpiressia ed artralgie
Uncaria tomentosa 6-9-15 DH è d’aiuto nelle infiammazioni acute e croniche e nelle infezioni recidivanti
i nosodi Pyrogenium avis 6-9-15 DH, Pyrogenium crostacei 6-9-15 DH, Pyrogenium ex ovo 6-9-15 DH, Pyrogenium pesce 6-9-15 DH e Pyrogenium suis 6-9-15 DH sono utili negli stati settici e febbrili
l’oligoelemento essenziale Phosphorus 8 DH è utile in caso di sindrome influenzale ed infettive con raucedine, freddolosità, dipnea, astenia ed iperestesia sensoriale.

Come misurare la febbre al gatto

Provvedere alla misurazione della temperatura corporea utilizzando un termometro digitale e per uso pediatrico, lubrificare preventivamente il termometro con della vaselina sollevare la coda e procedere ad inserire lentamente il termometro nel retto. Se il gatto ha la febbre non somministrare nessun farmaco per uso umano, alcuni sono molto tossici e possono causare danni anche all’animale, recatevi  subito dal veterinario.

In attesa di portare l’animale dal veterinario, mantenerlo ben idratato, offrire una dieta leggera ma nutriente e lasciarlo soggiornare in un posto tranquillo e ben coperto.

 

DISCLAIMER: I CONTENUTI SONO SOLO A SCOPO INFORMATIVO E IN NESSUN CASO POSSONO COSTITUIRE LA PRESCRIZIONE DI UN TRATTAMENTO O SOSTITUIRE LA VISITA SPECIALISTICA O IL RAPPORTO DIRETTO CON IL PROPRIO VETERINARIO/MEDICO.

Salva