Home » CANE » Malattie dei cani N-Z » Shunt Portosistemico nel Cane Terapia Sintomi Integrazioni

Shunt Portosistemico nel Cane Terapia Sintomi Integrazioni

  • Elicats 

Cosa è lo shunt portosistemico nel cane?

La vena porta è un importante vaso sanguigno che normalmente entra nel fegato e consente agli elementi tossici di passare attraverso il normale processo di disintossicazione, quando invece il sangue salta il filtro epatico, quindi in presenza di una comunicazione vascolare anomala, il sangue passa direttamente dalla vena porta alla vena cava bypassando il fegato, il sangue entrerà direttamente in circolo ricco di tossine.

Lo shunt può essere congenito (quasi sempre operabile) e lo shunt epatico non congenito causato da problemi secondari al fegato (PPS), a sua volta lo shunt epatico si distingue in extraepatico o intraepatico a seconda della posizione rispetto al parenchima epatico.

Quali sono i sintomi di shunt portosistemico nel cane

  • Disturbi gastrointestinali come vomito e diarrea
  • Anoressia
  • Letargia
  • sintomi neurologici
  • Stipsi
  • Cecità
  • Minzione frequente
  • Sangue nelle urine
  • Infezione ai reni
  • Anemia

Shunt Portosistemico nel cane terapia

La terapia d’elezione dello shunt portosistemico nel cane deve essere sempre chirurgica, negli animali anziani con patologie renali spesso si preferisce non operare a causa dei rischi legati all’anestesia, in questo caso è importante stabilizzare quanto più possibile il cane, utile la fluidoterapia che ha lo scopo di  bilanciare gli elettroliti e di reidratare l’animale. Il lattulosio e gli antibiotici potrebbero anche essere somministrati per ridurre il livello di ammoniaca e la proliferazione batterica, il veterinario in caso di vomito potrà prescrivere farmaci per la protezione gastrica.

PER I CANI CHE NON POSSONO ESSERE OPERATI: integratori, omeopatia e consigli alimentari, che ho scelto, a supporto dell’organo fegato. Omeopatia e dieta per contrastare l’iperammoniemia e avviare il processo di disintossicazione.

Integratori rimozione tossine in caso di Shunt epatico

N-ACETILCISTEINA (NAC)

L’acetilcisteina (o N-acetilcisteina) è un derivato N-acetilato dell’amminoacido cisteina.

  • Protegge dal danno ossidativo
  • E’ il più importante precursore del glutatione, uno dei più potenti antiossidanti
  • Protegge il fegato e i reni e aiuta a rimuovere le tossine

Lornitina, rientrando nel ciclo dell’urea, contribuisce al corretto processo di detossificazione da ammoniaca, l-arginina può essere utile nel ridurre l’ammoniaca accumulatasi, anche la Dimetilglicina (DMG), Aiuta nel processo di disintossicazione!

I cani che hanno problemi epatici di assorbimento e metabolizzazione dei grassi possono ricevere una quota nella loro dieta di  grassi (trigliceridi a catena media MCT) come l’olio MTC.

Integratori a sostegno della la funzionalità epatica

In omeopatia possiamo ricorrere al rimedio Chelidonium majus, una pianta appartenente alla famiglia delle Papaveraceae. Come rimedio omeopatico agisce principalmente sul fegato e sulla cistifellea. Chelidonium aiuta a migliorare i segni clinici come vomito, anoressia, diarrea. L’uso di Chelidonium majus in cani e gatti con malattie epatiche ha dato sempre risultati incoraggianti.

Nux vomica Homaccord per le patologie a carico dell’intestino e malattie epatiche.

Vuoi rimanere aggiornato sulle ultime news del mondo pets? segui la nostra pagina Facebook o Iscriviti al Forum!

Lettura Consigliata  Shunt portosistemico cane Dieta Cosa sapere