Home » Malattie dei gatti A-M » Granuloma eosinofilico gatto Rimedi naturali Sintomi Lesioni

Granuloma eosinofilico gatto Rimedi naturali Sintomi Lesioni

  • Elicats 
Granuloma eosinofilo gatto

Granuloma eosinofilico gatto,  vediamo come curare la malattia infiammatoria della pelle e del cavo orale con i rimedi naturali.

Granuloma eosinofilico gatto lesioni cutanee

Le lesioni cutanee sono caratterizzate da una presenza eccessiva di eosinofili (globuli bianchi). I granulociti eosinofili sono essenzialmente localizzati nei tessuti, nell’apparato gastrico e respiratorio. Quando gli eosinofili si attivano in presenza di una reazione allergica, possono rilasciare potenti sostanze infiammatorie che accumulandosi scatenano una risposta infiammatoria con necrosi del collagene.

Placca eosinofila

Tipo di lesione:

  • Ispessimento della pelle di forma ovale
  • Le placche possono essere singole o multiple.

Nel Granuloma eosinofilico gatto, la placca eosinofila si localizza su addome, coscia interna, zampa, zona anale, gola, le lesioni e le ulcere sono molto pruriginose.

È ASSOCIATA A CONDIZIONI DI IPERSENSIBILITÁ (pulci, cibo, sostanze ambientali)

Granuloma eosinofilico gatto l’ulcera indolente (detta anche ulcera roditore)

Tipo di lesione:

Le lesioni sono ben circoscritte con un margine rialzato e appaiono di colore rosso-bruno non sanguinano e non sono pruriginose.

Localizzazione:

Mono o bilaterale labbro superiore e lingua (controllare sempre la bocca)

SI SOSPETTA COMPONENTE GENETICA ED ALLERGICA

Granuloma eosinofilo gatto

Granuloma eosinofilo gatto

Granuloma eosinofilico gatto, conosciuto anche come granuloma lineare o granuloma collagenolitico

Tipo di lesione:

Le lesioni sono ben circoscritte e sollevate, si presentano come linee lunghe e sottili infiammate di colore rosato e giallastro.

Localizzazione:

Possono comparire ovunque, di solito si presentano sulle cosce, faccia, cavità orale.

Granuloma eosinofilo gatto cause

Granuloma eosinofilo gatto: le cause l’infestazione da parassiti e le reazioni allergiche sono considerate le principali cause di eosinofilia. Le reazioni allergiche colpiscono principalmente la pelle, così come le mucose del naso, polmoni, intestino.

L’eosinofilia nei gatti è più spesso associata a infestazioni parassitarie o reazioni di ipersensibilità, cioè allergie. (Sistema immunitario TH2)

  • Reazione allergica (dermatite) nella maggioranza dei casi, ipersensibilità-reazione (L’infiammazione allergica è una risposta immunitaria esagerata delle cellule T (TH 2).
  • Parassiti interni ed esterni (La funzione degli eosinofili è quella di difendere l’ospite contro l’infezione da elminti)
  • Dermatite allergica da pulci
  • Dermatite atopica
  • Allergia alimentare
  • Asma felina
  • Reazione ad una puntura di insetti
  • Enterite eosinofila (allergie o intolleranze alimentari, disbiosi del microbiota intestinale)
  • Sindrome paraneoplastica
  • Infezioni batteriche
  • Componente genetica

Il Granuloma eosinofilico gatto Sintomi

I sintomi dipendono dalla sede:

  • Gonfiore parti colpite
  • Intenso prurito
  • Croste
  • Lesioni e stomatite nel cavo orale
  • Eritemi, papule e croste al livello del naso e dell’orecchio
  • Noduli in regione testa e collo

COME VIENE DIAGNOSTICATO IL Granuloma eosinofilico gatto

  1. Storia clinica del gatto
  2. Esame al microscopio di una lesione con biopsia dei tessuti (questo è necessario per diagnosticare il granuloma) le ulcere al labbro sono molto caratteristiche e la biopsia può essere evitata, al contrario, se le lesioni sono situate in altre parti del corpo la biopsia può escludere altre patologie.

 ESCLUDERE ALTRE MALATTIE

EVITARE LE RECIDIVE

  • Il controllo delle pulci è molto importante, le punture possono scatenare una risposta immunitaria incontrollata e far peggiorare i sintomi
  • Adottare un tipo di alimentazione ipo-allergenica
  • Programmare trattamenti regolari contro pulci e parassiti interni
  • Allontanare la causa (quando si conosce)
  • Integrare con prodotti fitoterapici, omeopatici ed integratori

Granuloma eosinofilico gatto terapia

La gestione del granuloma eosinofilico comporta

  • La somministrazione di farmaci anti-infiammatori sistemici  (corticosteroide come il prednisolone e desametasone, I corticosteroidi sono il trattamento più comune per controllare i sintomi del complesso del granuloma eosinofilico, Il trattamento è variabile e può durare per settimane o mesi.
  • Somministrazione di ciclosporina con effetti collaterali non indifferenti
  • Terapie antibiotiche – Doxiciclina per l’effetto antibatterico, e sembra avere sui mastociti ed eosinofili.
  • Chirurgia tradizionale, laser o criochirurgia

Dovrebbero essere indagati i disturbi di ipersensibilità da allergia alle pulci, cibo o inalanti, eseguire i test per gli allergeni e adottare un tipo di alimentazione ad esclusione con rotazione degli alimenti, oltre al Ribes Nigrum impiegato nel granuloma eosinofilico gatto invito a leggere i seguenti articoli

Purtroppo affrontare la malattia con i soli farmaci non è sempre la scelta risolutiva, il granuloma eosinofilico gatto non è contagioso, è una malattia su base allergica, immunitaria o scatenata da altre patologie; per questi motivi e per evitare ricadute occorre AFFIANCARE le cure naturali, integratori e cure omeopatiche che siano d’aiuto al sistema immunitario e agli organi interni come ad esempio il fegato

Rimedi naturali per il granuloma eosinofilico nel gatto

Salva