Home » Salutogenesi Pets » Come togliere una zecca gatto cane in modo corretto Video e Rimedi

Come togliere una zecca gatto cane in modo corretto Video e Rimedi

  • Elicats 
Come togliere una zecca
Come togliere una zecca al gatto o al cane in modo corretto e senza errori, segui questi pasaggi e non sbaglierai!

Come togliere una zecca gatto cane

  1. Non cercare mai di toglierla con le mani nude
  2. Non anestetizzare la zecca utilizzando alcool, Frontline o altre sostanze, la zecca tenderebbe a rilasciare patogeni nel sangue prima di staccarsi.
  3. Afferra la zecca dalla testa, nel punto vicinissimo alla cute del cane o del gatto.
  4. Tenendo la presa ma senza fare eccessiva pressione esegui un movimento rotatorio in senso antiorario e contemporaneamente tira verso l’alto per facilitarne il distacco.
  5. Una volta rimossa non schiacciare MAI la zecca RILASCEREBBE uova, batteri e sangue
  6. Utilizzando sempre le pinzetta metti la zecca all’interno di uno scatolino (se ti serve per farla visionare al veterinario, esistono diverse specie) oppure se non ti serve 😉 provvedi a metterla in un contenitore ermetico pieno di acqua per farla annegare, non gettatela nel wc o peggio ancora nell’immondizia.

Come togliere una zecca al cane

1. Guanti

2 Se non hai strumenti appositi come le pinzette togli zecca, puoi usare quelle classiche che hai in casa!

  1. Disinfettante Betadine o tintura di iodio

 

Come rimuovere una zecca video

 

 

Non usare metodi di stordimento quali sigaretta accesa, fiammiferi, petrolio, benzina, trielina, ammoniaca, acetone, alcol, creme, oli o altre sostanze irritanti. La zecca sentendosi soffocare  potrebbe inoculare una maggior quantità di patogeni al nostro cane e gatto aumentano il rischio di infezione come la Babesiosi.

Cosa fare se il cane ha le zecche

Afferra il corpo della zecca SENZA SCHIACCIARLO tira LENTAMENTE e SENZA FORZARE, puoi effettuare un movimento antiorario come scritto sopra oppure se non riesci puoi tirare verso l’alto e verso di te per facilitarne il distacco, finché l’apparato boccale non si staccha del tutto.
Se hai eseguito la manovra in modo corretto vedrai una piccola incisione di colore rosa/rossa che deve essere subito disinfettata con Betadine o tintura di iodio, se invece dalla piccola incisione vedi un punto nero, è molto probabile che hai lasciato il rostro della zecca nella cute, se riesci ad estrarla con un ago sottile ben disinfettato o con le stesse pinzette avrai completato l’operazione, se invece non è possibile procedere con l’estrazione non ti allarmare, disinfetta e monitora la ferita.
Il rostro della zecca rimasto all’interno della cute del cane non deve metterti in allarme, disinfetta giornalmente e vedrai che il rostro sarà espulso come un corpo estraneo dopo qualche giorno. É bene sapere in qualche caso può comparire ascesso, granuloma e infezione.
Cosa fare e quali sono i metodi per rimuovere una zecca quando il gatto o il cane non si fanno toccare o quando non è possibile estrarre con le pinzette la zecca
É possibile spruzzare sul pelo dell’animale aceto bianco diluito in parti uguali in acqua, ed entro qualche ora assistere al distacco delle zecche, oppure spruzzare sulla cute dell’animale acqua e aceto di mele, ed anche acqua e bicarbonato evitando occhi e mucose (è bene tenere il Pet in un luogo chiuso fino a quando le zecche non si saranno staccate).
Ora che sai come togliere una zecca, devi anche conoscere quelli che sono i rischi per la saute del cane e del gatto, quali le malattie trasmesse dalle zecche e i sintomi più comuni.
Se la zecca è stata rimossa prima delle 48 ore, difficilmente ci sarà la trasmissione di malattie, la zecca inizia infatti una fase di lenta assunzione del sangue e solo dopo 48 ore inizia la fase di trasmissione rapida dei patogeni e delle malattie all’animale.
I sintomi che puoi riscontrare dopo 7/8 giorni sono febbre, inappetenza, tosse, zoppia, letargia, artrite o tumefazione articolare. Consigliamo di verificare nell’immediato lo stato dei linfonodi  per vedere se nei giorni a seguire aumentano di volume.

Come togliere una zecca

Quali sono le malattie trasmesse dalle zecche?

Malattia di Lyme: è un’infezione batterica trattata con antibiotici. I segni clinici includono zoppia, perdita di appetito, affaticamento e aumento di volume dei linfonodi.
Ehrlichiosi: malattia infettiva del sangue che colpisce i globuli bianchi, danneggiando il sistema immunitario. I sintomi sono febbre, apatia, inappetenza, La cura consiste nella somministrazione di antibiotici.
Cytauxzoonosi: malattia molto pericolosa per il gatto, può portare alla morte. I sintomi sono perdita dell’appetito, disidratazione, vocalizzazioni, tachicardia, difficoltà respiratoria. depressione, occorre tempestivamente valutare uno striscio di sangue per cercare i protozoi, anche se la PCR rappresenta la metodica più sensibile per la diagnosi. I sintomi possono insorgere tra 5 e 14 giorni dopo l’esposizione al parassita, le alterazioni dei parametri di laboratorio sono neutropenia, linfopenia, trombocitopenia e anemia. La terapia si basa sul’associazione di atovaquone e azitromicina.
Babesiosi: i sintomi acuti sono febbre, perdita di appetito e apatia, possono subentrare shock, coma o la morte. L’infezione se affrontata in tempo può essere controllata e superata.

Febbre bottonosa delle Montagne Rocciose: in questo caso l’animale ha febbre, tosse, zoppia ma si aggiungono vomito e diarrea, se non curata può portare alla morte.

Suggerimento: Se vivi in zone a rischio, oppure il tuo amico esce fuori e trascorre diverse ore in giardino proteggilo sempre con un antiparassitario. In primavera/estate è consigliabile impiegare un antiparassitario chimico, è preferibile sempre non eccedere con il chimico sia chiaro! quindi in estate antiparassitario chimico intervallato da un buon antiparassitario naturale e in inverno proseguire con Spot-on naturali contro pulci e zecche. Controlla ogni giorno il tuo amico alla ricerca di pulci e zecche anche se hai applicato l’antiparassitario chimico.

Come togliere le zecche al cane in modo naturale

Prodotti Consigliati

Terra di diatomee per il cane e il gatto la Polvere che lacera pulci e zecche

DISCLAIMER: I CONTENUTI SONO SOLO A SCOPO INFORMATIVO E IN NESSUN CASO POSSONO COSTITUIRE LA PRESCRIZIONE DI UN TRATTAMENTO O SOSTITUIRE LA VISITA SPECIALISTICA O IL RAPPORTO DIRETTO CON IL PROPRIO VETERINARIO/MEDICO. NON SI INTENDE FAR UTILIZZARE LE NOZIONI CONTENUTE IN QUESTE PAGINE PER SCOPI DIAGNOSTICI O PRESCRITTIVI O COME BASE PER QUALSIASI TERAPIA MEDICA. EVENTUALI DECISIONI CHE DOVESSERO ESSERE PRESE DALL’UTENTE, SULLA BASE DELLE INFORMAZIONI QUI LETTE, SONO ASSUNTE IN PIENA AUTONOMIA DECISIONALE E A PROPRIO RISCHIO. TUTTE LE INFORMAZIONI QUI RIPORTATE DERIVANO DA FONTI BIBLIOGRAFICHE, ESPERIENZE PERSONALI E STUDI CLINICI DI DOMINIO PUBBLICO, SONO ESCLUSIVAMENTE A SCOPO INFORMATIVO, SENZA ESSERE IN ALCUN MODO LEGALMENTE PERSEGUIBILI E QUINDI NON SI ACCETTANO RESPONSABILITÀ PER DANNI CHE POTREBBERO DERIVARE DALL’USO DI QUESTE INFORMAZIONI. SI DECLINA OGNI RESPONSABILITÀ PER EVENTUALI ERRORI DI TESTO

Copyright (c)  Elicats – Tutti i diritti riservati. Vietata la copia anche parziale.