Home » Malattie dei gatti N-Z » Pancreatite felina Cura Cibo Farmaci Cosa Sapere

Pancreatite felina Cura Cibo Farmaci Cosa Sapere

  • Elicats 
Pancreatite felina cura

Pancreatite felina cura e consigli naturali. Il pancreas è un organo di colore rosa, situato vicino al fegato, svolge funzioni:

  • Esocrine, secernendo enzimi (Gli enzimi aiutano l’organismo a promuovere la digestione e l’assorbimento dei grassi, attraverso il dotto pancreatico).
  • Endocrine, secernendo ormoni Insulina e Glucagone direttamente nel sangue (sono le cellule chiamate isole di Langerhans che hanno il compito di produrre gli ormoni).

Pancreatite felina

La pancreatite felina è un processo infiammatorio, acuto o cronico caratterizzato dal fenomeno di auto-digestione dei tessuti del pancreas (Parenchima esocrino) causato dai suoi stessi enzimi digestivi.

Si parla di “auto-digestione” quando gli enzimi digestivi si attivano all’interno del pancreas prima di essere rilasciati nell’intestino, se il pancreas è molto compromesso e la capacità di produrre insulina cessa, il gatto può sviluppare il diabete.

Pancreatite felina Cause

Anche se le cause rimangono generalmente sconosciute, ci sono diversi fattori che contribuiscono a sviluppare la malattia

  • Iperlipemia (alti livelli di grasso nel sangue, questo può essere dovuto anche a scompensi metabolici)
  • Obesità (molti gatti con pancreatite sono in sovrappeso, pertanto l’assunzione di grassi e lo stato nutrizionale degli animali sono fattori importanti in questa malattia
  • Trauma (traumi o lesioni che coinvolgono l’addome, gatti che vengono incidentati oppure che cadono da grandi altezze)
  • Farmaci come alcuni antibiotici e alcuni farmaci chemioterapici
  • Insetticidi organofosfati

Malattie che possono far sviluppare la pancreatite

Pancreatite felina Sintomi

Diagnosticarla solo dai sintomi è molto difficile

  • Solo il 25% dei gatti presenta vomito
  • La febbre può essere un sintomo ma spesso la temperatura tende a scendere

Un sintomo comune è la totale perdita dell’appetito!

Pancreatite felina Diagnosi

Gli esami di laboratorio

I risultati delle analisi possono anche essere normali o riconducibili ad altre malattie

Le alterazioni più comuni sono

  • Leggera anemia
  • Leucocitosi
  • Aumento degli enzimi epatici
  • Ipoalbuminemia
  • Iperglicemia
  • Azotemia
  • Ipocalcemia

Pancreatite felina e malattie concomitanti

Lipidosi epatica

Diabete e chetoacidosi diabetica

Triadite felina

Livelli alti di lipasi e amilasi non sono utili nella diagnosi di pancreatite felina, possono aumentare quando la velocità di filtrazione glomerulare diminuisce.

L’utilità della radiografia addominale per la diagnosi della pancreatite felina è molto limitata, è preferibile eseguire l’ecografia addominale

Pancreatite felina quali esami di laboratorio

fTLI (feline Trypsin-Like Immunoreactivity)
La tripsina immunorettiva si è dimostrata valida come indicatore nell’insufficienza pancreatica felina rispetto all’utilità diagnostica nella pancreatite felina. La tripsina aumenta molto in caso di insufficienza renale, pertanto non è considerato un test clinicamente utile. Inoltre questo test non è specifico e l’aumento delle concentrazioni sieriche di fTLI è stato anche associato a enteropatia cronica e linfoma gastrointestinale e può verificarsi in gatti con una velocità di filtrazione glomerulare ridotta.

fPLI (feline Pancreatic Lipase Immunoreactivity)
Test più attendibile rispetto al fTLI, serve per misurare la lipasi immunoreattiva pancreatica specifica felina: Test SNAP fPL deve tuttavia essere supportato dall’ecografia e dalla biopsia del tessuto per una diagnosi definitiva di pancreatite felina. Valore oltre ≥ 5,4 mcg/L è considerato positivo.

Lipasi DGGR

Test utile per la diagnosi di pancreatite felina.

Potrà essere richiesta anche singolarmente per confermare un sospetto clinico di pancreatite.

Pancreatite felina Farmaci

Antibiotici quando si sospetta la peritonite batterica, infezioni del tratto urinario  o in caso di colangioepatite suppurativa. Alcuni antibiotici causano vomito e nausea quindi occorre usarli in presenza di un’infezione batterica. Vengono prescritti farmaci antiemetici per controllare la nausea e il vomito, gastroprotettori, corticosteroidi  quando la pancreatite felina è associata ad infiammazione intestinale, analgesici oppioidi, come buprenorfina o fentanil, somministrati per iniezione endovenosa o sottocutanea, per via sublinguale o cerotto transdermico.

Antibiotico per pancreatite gatto

Pancreatite felina cura

La pancreatite nel gatto è una condizione molto difficile da trattare, i gatti con pancreatite sono spesso disidratati a causa del vomito o della diarrea, è necessario correggere la disidratazione con una terapia di flebo endovena o ipodermoclisi. I fluidi inoltre aiutano ad espellere le tossine.

  • Fornire sollievo al dolore addominale
  • Correggere la disidratazione
  • Controllare il vomito
  • Fornire supporto nutrizionale e dieta adeguata
  • Somministrare antibiotici se necessario
  • Supplementazione con cobalamina (vitamina B-12) se si riscontra ipocobalaminemia
  • Antiacidi se si sospetta emorragia intestinale

Gatto pancreatite non mangia

Il gatto con pancreatite felina tenderà a perdere peso nonostante il normale appetito.

I CARBOIDRATI devono essere ridotti al minimo

Il cibo è preferibile prepararlo in casa, proteine molto digeribili e di ottima qualità, consigliato aggiungere l’olio di cocco perchè fornisce una quota di grassi disponibile e di facile digeribilità (grassi a catena media – grassi MCT). La nutrizione è importantissima se il gatto smette di mangiare può sviluppare altri problemi che coinvolgono il fegato come la lipidosi epatica, in questi casi potrebbe essere necessario ricorrere all’alimentazione con sondino.

Un sondino nasoesofageo o un sondino esofagostomico fornisce supporto nutrizionale ai gatti con pancreatite felina.

Piccoli pasti e frequenti

  • Colazione
  • Spuntino
  • Pranzo
  • Spuntino leggero
  • Cena
  • Pasto leggero durante la notte

Stimolanti dell’appetito

La maggior parte dei gatti con pancreatite è inappetente, ciò contribuisce alla malnutrizione e all’alterazione della barriera gastrica, in caso di pancreatite felina lieve prima di ricorrere alla nutrizione con sondino, il veterinario potrebbe prescrivere uno stimolante dell’appetito come la mirtazapina. La mirtazapina può avere effetti avversi (p. es., vocalizzazione, agitazione, vomito, andatura anormale o atassia, tremori, ipersalivazione, tachipnea, tachicardia, letargia).

Pancreatite felina terapia antiossidante

Le sostanze antiossidanti che possono migliorare la sintomatologia sono la vitamina E e la vitamina C come l’ ESTER C, la silibina, S-adenosilmetionina (SAMe) come il Samylin.

PANCREATITE FELINA RIMEDI NATURALI

Enzimi digestivi gatto cane A Cosa servono | E. Pancreatici Differenza

Disclaimer: I Contenuti Sono Solo A Scopo Informativo E In Nessun Caso Possono Costituire La Prescrizione Di Un Trattamento O Sostituire La Visita Specialistica O Il Rapporto Diretto Con Il Proprio Veterinario/Medico.  Tutte Le Informazioni Qui Riportate Derivano Da Fonti Bibliografiche, Esperienze Personali E Studi Clinici Di Dominio Pubblico. Tutte le informazioni su diete speciali e integratori alimentari per animali domestici, sono a scopo informativo. Queste informazioni servono come linea guida generale, non possono essere applicate a tutti gli animali domestici o considerate come alternative a una consulenza professionale.  In queste pagine sono inseriti “Preparati omeopatici di efficacia non convalidata scientificamente e senza indicazioni terapeutiche approvate. I prodotti non vanno intesi come sostituti di una dieta variata ed equilibrata e devono essere utilizzati nell’ambito di uno stile di vita sano. Disclaimer e termini