Home » Malattie dei gatti A-M » Lipidosi epatica gatto Come affrontarla Non perdere tempo!

Lipidosi epatica gatto Come affrontarla Non perdere tempo!

  • Elicats 

Lipidosi epatica gatto dieta

Il gatto con lipidosi epatica (senza encefalopatia epatica) dovrà ricevere una dieta con molte proteine o un cibo specifico per la nutrizione enterale come il Monge VetSolution Recovery.

Ci sono diversi trattamenti terapeutici e cure naturali per la lipidosi epatica o in corso di malattie del fegato nel gatto, ma la terapia d’emergenza, che può salvare la vita al nostro gatto è l’alimentazione forzata (anche con sondino con cibo molto liquido e proteico.

Lipidosi epatica gatto Integrazione

Il veterinario potrà raccomandare integratori alimentari quali:

 vitamina K, indispensabili gli amminoacidi, argininataurina, omega 3 sali minerali, Hepatikrill

Hepatikrill

L’attivita’ sinergica e completa  dei suoi principi attivi , permette di agire sia sulla  componente infiammatoria che su quella ossidativa delle principali epatopatie del gatto e migliora il metabolismo dei lipidi in caso di lipidosi epatica felina. Mangime complementare dietetico destinato a particolari fini nutrizionali.

Lipidosi epatica nel gatto Cosa sapere

La lipidosi epatica, detta anche malattia del fegato grasso, si verifica quando il gatto diventa anoressico (riduzione della quantità di cibo o digiuno prolungato) Il corpo inizia ad utilizzare le riserve di grasso come combustibile ed il fegato è costretto a svolgere un super lavoro per convertire il grasso in energia. Quando il fegato non riesce più ad effettuare questa trasformazione, il grasso si accumula all’interno delle cellule (epatociti) ed i trigliceridi in eccesso causano un deficit d’organo. La lipidosi nel gatto può subentrare anche a causa di una ospedalizzazione prolungata, i gatti già traumatizzati e sotto stress rifiutano il cibo.

Nutrizione nel gatto ospedalizzato Cosa sapere

 

  • Vomito
  • Diarrea
  • Debolezza  dovuta a squilibri elettrolitici o carenze vitaminiche
  • Ittero (colorazione giallastra della pelle causata da iperbilirubinemia (bilirubina ≥ 1,5 mg / dl). La bilirubina è il principale pigmento biliare ed è derivato dalla degradazione dell’emoglobina.

I  gatti in sovrappeso sono i più predisposti nello sviluppare la lipidosi epatica, quando smettono di nutrirsi arrivando a perdere circa il 25 % del loro peso corporeo!

La ripresa può avvenire nell’arco di mesi, La lipisosi può definirsi come una malattia secondaria, perché è chiaro che se il gatto non si alimenta la causa deve essere ricercata in ciò che ha determinato l’inappetenza.

Malattie primarie che possono favorire la lipidosi epatica

I gatti con il diabete hanno un rischio maggiore di sviluppare la lipidosi epatica a causa del diabete che aumenta il metabolismo e la mobilitazione dei lipidi.

Problemi fegato cane gatto #15 formulati per la funzione epatica

Antroposofia: Il fegato organo della vita Il centro del metabolismo

Malattie del fegato nel gatto Fegato intossicato Cosa fare

 

Disclaimer: I Contenuti Sono Solo A Scopo Informativo E In Nessun Caso Possono Costituire La Prescrizione Di Un Trattamento O Sostituire La Visita Specialistica O Il Rapporto Diretto Con Il Proprio Veterinario/Medico.  Tutte Le Informazioni Qui Riportate Derivano Da Fonti Bibliografiche, Esperienze Personali E Studi Clinici Di Dominio Pubblico. Tutte le informazioni su diete speciali e integratori alimentari per animali domestici, sono a scopo informativo. Queste informazioni servono come linea guida generale, non possono essere applicate a tutti gli animali domestici o considerate come alternative a una consulenza professionale.  In queste pagine sono inseriti “Preparati omeopatici di efficacia non convalidata scientificamente e senza indicazioni terapeutiche approvate. I prodotti non vanno intesi come sostituti di una dieta variata ed equilibrata e devono essere utilizzati nell’ambito di uno stile di vita sano. Disclaimer e termini