Home » CANE » Malattie dei cani N-Z » Volevo un cane FIGO e invece ho un PEMFIGO! Cure naturali di supporto

Volevo un cane FIGO e invece ho un PEMFIGO! Cure naturali di supporto

  • Elicats 
Rimedi naturali per pemfigo

Pemfigo cane cura naturale, esiste? Il pemfigo foliaceo è una malattia autoimmune cutanea e delle mucose che si riscontra maggiormente nel cane e nel gatto, il complesso pemfigo fa parte del gruppo delle patologie vescico-bollose con produzione di anticorpi contro i desmosomi, (proteine situate nella membrana del cheratinocita) con conseguente acantolisi (perdita di adesione tra i cheratinociti). Gli autoanticorpi (IgG) iniziano ad attaccare le desmogleine, distruggendo così il desmosoma intero. Altre forme di pemfigo sono il pemfigo paraneoplastico, il pemfigo volgare, superficiale ed erpetiforme.

Il Pemfigo Foliaceo rimane in veterinaria la forma cutanea del cane e del gatto maggiormente diagnosticata pertanto in questo articolo descriveremo prevalentemente questa forma.

Lesioni e Il complesso Pemfigo

Le lesioni del pemfigo foliaceo nel cane si presentano come pustole, croste gialle o giallo-bruno, localizzate simmetricamente e bilateralmente sulla testa (dorso del naso, tartufo, padiglioni auricolari, regione perioculare), se non trattato può estendersi in tutto il corpo, i cuscinetti plantari sono quasi sempre interessati da ipercheratosi pustole e intenso prurito.

Può colpire i cani adulti di tutte le razze anche se vi sono delle razze predisposte come il Akita inu, Chow Chow, Dobermann, Terranova, Collie, Bassotto, Shar-pei e Pastore Australiano. Il pemfigo foliaceo può subentrare nei cani malati di leishmaniosi o indotto da farmaci (penicillamina – sulfidrilici) o più recentemente scatenato dall’uso di spot-on contenente amitraz e metaflumizone. La terapia per il pemfigo nel cane e nel gatto in genere si segue per tutta la vita ad eccezione per i casi di pemfigo indotto da farmaco.

Il pemfigo foliaceo nel cane e l’antigene bersaglio

La malattia è correlata alla localizzazione dell’antigene bersaglio: l’antigene bersaglio per il pemfigo foliaceo è la desmocollina 1.

Pemfigo cane

Pemfigo eritematoso

È una variante del pemfigo foliaceo e si presenta prevalentemente sulla testa, le razze predisposte sono Collie e Pastore tedesco, i segni clinici sono le pustole, croste, ulcere (lesioni sono fotosensibili)  sul dorso del naso, del tartufo e dei padiglioni auricolari.

Pemfigo volgare

Si riscontra all’interno della cavità orale, cavo ascellare e inguinale e sulle mucose con vescicole e bolle che si trasformano in ulcere e croste. La terapia del pemfigo foliaceo nel cane è immunosoppressiva per via sistemica con la possibilità di associare farmaci ad uso topico.

Pemfigo foliaceo nel cane e Cortisone a dosi immunosoppressive

Il prednisone da solo oppure in associazione ad altri farmaci immunosoppressivi nel trattamento del pemfigo foliaceo nel cane.

Azatioprina (non nel gatto)

E’ la seconda molecola più utilizzata dopo il prednisone, il suo effetto si ha entro le 4-6 settimane, è molto tossico per il midollo osseo (rischio di neutropenia), altri effetti collaterali sono: la pancreatite e l’epatite, anemia e trombocitopenia.

Clorambucile

Il clorambucile viene utilizzato da solo e/o in associazione con altri farmaci, il suo effetto si ha entro le 8 settimane. Gli effetti collaterali sono simili all’azatioprina (gastroenterici e soppressione del midollo osseo).

Ciclosporina

La ciclosporina inibisce i linfociti T e benché non induca tumori, può portare ad aumento dell’incidenza di tumori maligni, si può manifestare linfoadenopatia (ingrossamento dei linfonodi) anemia e leucocitosi.

Le reazioni avverse comuni alla maggior parte degli altri agenti immunosoppressori, includono mielosoppressione e neutropenia. Le infezioni concomitanti documentate nei pazienti sottoposti al trattamento con ciclosporina includono infezioni batteriche delle vie respiratorie e urinarie, pielonefrite, piometra, pericardite purulenta, artrite settica, toxoplasmosi, neosporosi, demodicosi. Altre potenziali reazioni avverse includono epatotossicità, diabete mellito, zoppia, letargia, nefropatia, ipoalbuminemia transitoria, angioedema, tremori, comparsa di neoplasia.

La terapia del pemfigo nel cane e nel gatto prevede un attento monitoraggio della risposta clinica. Prima di iniziare una terapia immunosoppressiva, occorre trattare l’eventuale malattia micotica, batterica o parassitaria.

Rimedi naturali per pemfigo

Di seguito alcuni rimedi e cure naturali di supporto per il pemfigo foliaceo nel cane

Rimedi naturali per pemfigo (omotossicologia)

  • Anacardium-Homaccord  (non utilizzare in caso di malattie alla tiroide)
  • Silicea-Heel (trova impiego come medicamento per il tessuto connettivo)
  • Coenzyme compositum e Ubichinon compositum
  • Thuja/Cutis compositum (farmaco della funzionalità cutanea, stimolazione delle funzioni biologiche della cute)
  • Galium-Heel (esercita la sua azione primaria sulla matrice connettivale ed è un depurativo del connettivo capace di favorire l’eliminazione delle scorie.
  • Arnica/Traumeel compositum-Heel (proprietà antinfiammatorie, antiedemigene, analgesiche e di rigenerazione del tessuto offeso, è indicato negli stati infiammatori di diversa origine)
  • Apo Reg (malattie della pelle con un’etiologia autoimmune) insieme a Syncrolevels
  • Guna-GCSF 4CH (malattie croniche ed autoimmuni)

Sblocca questo contenuto Premium!

Visualizza il contenuto bloccato gratuitamente!

Rimedi naturali per pemfigo

DISCLAIMER: I CONTENUTI SONO SOLO A SCOPO INFORMATIVO E IN NESSUN CASO POSSONO COSTITUIRE LA PRESCRIZIONE DI UN TRATTAMENTO O SOSTITUIRE LA VISITA SPECIALISTICA O IL RAPPORTO DIRETTO CON IL PROPRIO VETERINARIO/MEDICO.

© Copyright  – Il presente articolo è di proprietà del sito Elicats.it-  l’autore ne vieta la riproduzione e la copia senza esplicita autorizzazione – le informazioni sono indicative, frutto di studi ed esperienze personali