Home » Prodotti naturali ed integratori cane e gatto » Chelanti del fosforo gatto cane FOCUS: Come Orientarsi

Chelanti del fosforo gatto cane FOCUS: Come Orientarsi

  • Elicats 
fosforo alto gatto

Fosforo problema centrale gatti cani CKD/IRC. Quando viene diagnosticata l’insufficienza renale cronica nel gatto o nel cane, oltre a verificare i livelli di azotemia e creatinina, è consigliato chiedere al veterinario di valutare la concentrazione di fosforo nel sangue attraverso l’esame standard di laboratorio.

ATTENZIONE: ai Chelanti del Fosforo con alluminio idrossido Causa tossicità e inibisce il corretto metabolismo del ferro

Fosforo alto gatti cani con insufficienza renale

L’ insufficienza renale cronica è una malattia caratterizzata da una progressiva incapacità da parte del rene di espletare diverse funzioni.
  1. Escretoria dei cataboliti (azotati)
  2. Mantenere l’omeostasi elettrolitica
  3. Svolgere funzione endocrina

L’iperfosfatemia nel gatto cane

Quando la filtrazione glomerulare diminuisce aumentano i livelli di fosfato nel sangue, ridurre i livelli di fosforo permette di prevenire lo sviluppo dell’iperparatiroidismo secondario. L’iperfosfatemia si controlla assumendo i chelanti del fosforo.

Quando occorre integrare con un chelante del fosforo?

E’ importante aggiungere alla dieta del gatto o del cane un chelante del fosforo quando:

il gatto non mangia cibo medicato specifico per insufficienza renale cronica!

Consigli: 

  • Non somministrate sempre lo stesso chelante, è preferibile ruotarli
  • Se presente ipercalcemia non somministrare il carbonato di calcio
  • Se è presente ipocalcemia si può somministrare il carbonato di calcio

Se alimenti il gatto con un cibo per gatti specifico per malattie renali e i valori del fosforo sono nella norma, non occorre somministrare anche un chelante del fosforo, se invece prepari il cibo in casa / BARF occorre comunque integrare con un chelante del fosforo. Attenzione: una integrazione errata potrebbe causare scompensi elettrolitici.

L’eccesso di fosforo e l’iperparatiroidismo secondario

Le ghiandole paratiroidee hanno il compito di mantenere il giusto rapporto tra fosforo e calcio, già dal 3 stadio della malattia renale si riscontrano alti livelli di fosforo (iperfosfatemia) e quando il fosforo è in eccesso, le ghiandole paratiroidee per compensare e mantenere il corretto equilibrio tra calcio/fosforo, sovraproducono l’ormone paratiroideo. Questa sovrapproduzione di PTH (paratormone) porta a rimuovere il calcio dalle ossa per equilibrare il fosforo in eccesso.

 

fosforo alto gatto

 I chelanti del fosforo, per garantire la massima efficacia devono essere sempre miscelati al cibo.

Quale chelante del fosforo

Il Chitosano

Il chitosano è derivato della chitina, una sostanza naturale presente fino all’80% nei gusci dei crostacei e nell’esoscheletro dell’insetti ( 30%)

Il chitosano è molto utilizzato in medicina per le sue proprietà:

Il chitosano non solo permette di ridurre il fosforo in eccesso ma ASPETTO IMPORTANTE riduce azotemia e creatinina!

TIPS: il Chitosano perchè oltre a chelare il fosforo impedisce che le tossine uremiche presenti nell’intestino passino al flusso sanguigno! Il chitosano non deve essere assunto per lunghi periodi, cautela negli animali allergici o con intolleranze alimentari, no in gravidanza o allattamento.

Per le sue proprietà chelanti può ridurre l’assorbimento di sali minerali, acidi grassi essenziali e vitamine. Attenzione: in commercio si trovano prodotti che possono contenere sostanze cardiotossiche come efedrina o sinefrina. Prodotto che raccomando e che non altera il gusto dei cibi: IPAKITINE

IPAKITINE

Ipakitine® è un prodotto in polvere altamente palatabile a base di chitosano e calcio carbonato, con attività legante del fosforo a livello intestinale. Agisce riducendo la fosfatemia associata all’insufficienza renale cronica. Ipakitine® è indicato per il supporto della funzione renale in caso di insufficienza renale cronica.

RENAL P

INDICAZIONI  Renal P apporta minerali (sali di calcio e bicarbonato di sodio) e polisaccaridi (chitosano) utili al mantenimento delle normali condizioni metaboliche dell’animale e della corretta funzionalità dell’apparato urinario.

PRONEFRA à altamente appetibile e si basa sull’associazione di 5 componenti:

  • il carbonato di calcio e il carbonato di magnesio che legandosi a livello intestinale al fosforo introdotto con l’alimento ne diminuiscono la disponibilità.

– il Chitosano noto per essere in grado di legare le tossine uremiche a livello intestinale.

  • I polisaccaridi dell’Astragalo noti per contribuire al mantenimento della normale architettura del rene riducendo la progressione delle alterazioni fibrotiche.
  • l’Oligopetide marino, contribuisce al mantenimento della pressione sanguigna.

PRONEFRA puo’ essere miscelato con l’alimento o somministrato direttamente in bocca subito prima dei pasti.

ALTRI INTEGRATORI UTILI PER LA FUNZIONALITA’ RENALE

Durante la malattia renale nel cane e nel gatto, l’escrezione dei fosfati rappresenta un problema molto serio, più di quello che potrebbe essere il non seguire una DIETA RENAL  (PET-FOOD CIBO MEDICATO PER PATOLOGIE RENALI). Ricordiamo che il gatto è carnivoro e necessita di proteine digeribili e di qualità per mantenere la sua massa muscolare e le sue funzioni vitali al meglio. Se il livello del fosforo nel sangue è molto alto si deve presumere che già l’80% del tessuto renale è danneggiato.

Consiglio:  non somministrate sempre lo stesso chelante, è preferibile ruotarli. es 1 mese ipakitine, un mese Renal P etc

FGF-23 un biomarker precoce della malattia renale

Il fibroblast growth factor 23 (FGF23) è un ormone che controlla il metabolismo del calcio e del fosforo. A differenza di altri ormoni, FGF23 aumenta esponenzialmente con la riduzione della funzione renale.

  • La concentrazione plasmatica dell’ FGF23 risulta significativamente aumentata in corso di malattia renale cronica
  • FGF-23, plasma fibroblast growth factor-23 è un indicatore indipendente della progressione della CKD

Il sistema di regolazione ormonale dell’omeostasi del fosforo è regolato principalmente da due fattori: il fattore 23 di crescita dei fibroblasti (FGF23) e il complesso recettoriale FGF/Klotho.

Cosa stimola la secrezione di FGF-23?

Gli aumenti del fosfato plasmatico e del calcitriolo stimolano entrambi la secrezione di FGF-23, ma come le cellule che producono FGF-23 percepiscono e rispondono ai cambiamenti nel fosfato, non è attualmente compresa!


Disclaimer: I Contenuti Sono Solo A Scopo Informativo E In Nessun Caso Possono Costituire La Prescrizione Di Un Trattamento O Sostituire La Visita Specialistica O Il Rapporto Diretto Con Il Proprio Veterinario/Medico. Tutte Le Informazioni Qui Riportate Derivano Da Fonti Bibliografiche, Esperienze Personali E Studi Clinici Di Dominio Pubblico. Tutte le informazioni su diete speciali e integratori alimentari per animali domestici, sono a scopo informativo. Queste informazioni servono come linea guida generale, non possono essere applicate a tutti gli animali domestici o considerate come alternative a una consulenza professionale. In queste pagine sono inseriti “Preparati omeopatici di efficacia non convalidata scientificamente e senza indicazioni terapeutiche approvate. I prodotti non vanno intesi come sostituti di una dieta variata ed equilibrata e devono essere utilizzati nell’ambito di uno stile di vita sano. Disclaimer e termini