Come fare flebo al gatto con insufficienza renale cronica

Flebo sottocute gatto insufficienza renale. Fluidoterapia è la somministrazione di fluidi al cane o gatto per via endovenosa, intraperitoneale, sottocutanea o per via orale.

Prima di decidere per un ciclo di flebo sottocute per il nostro gatto è necessario chiedere tutte le informazioni  al veterinario, il quale deciderà in base alle analisi fatte, i tempi, modi e la quantità di liquidi e non in ultimo se è preferibile infondere Ringer lattato o fisiologica.

Tips: non tutti i gatti malati di insufficienza renale possono ricevere fluidi.

Flebo sottocute gatto insufficienza renale

Se il gatto è in stadio terminale dell’insufficienza renale cronica ed è in piena crisi uremica solo il ricovero e le flebo in vena potranno aiutarlo! le flebo sottocute in corso di insufficienza renale cronica stadio avanzato e con i valori di Bun e Crea molto alti non potranno aiutarlo nel processo di disintossicazione.

Considerazioni Personali: La via preferenziale è sempre quella dell’idratazione orale. Per disisntossicare l’animale, qualora ci sia ancora una minima funzionalità renale, è sempre preferibile la fluidoterapia in vena. Attenzione: se il micio è anziano ed ha trovato un suo equilibrio nella malattia, evitate le sottocute, possono subentrare scompensi elettrolitici e cardiaci. ❤ I pazienti pelosi anziani fragili hanno le nostre stesse patologie.. Prb digestione, cuore, fegato, reni etc. Il cuore è sempre collegato al rene e viceversa, viene definita sindrome cardio-renale.

 

NON eseguite la tecnica con siringa senza il consenso del vostro veterinario

La fluidoterapia nel gatto e nel cane viene effettuata in caso di

Disturbi elettrolitici

Come fare una flebo sottocutanea gatto

La somministrazione di fluidi e le flebo in un gatto con insufficienza renale può essere di grande aiuto per i nostri amici. Sarà il veterinario ad indicarvi tempi e modalità di esecuzione in base alla gravità della malattia.

Controindicazioni

Flebo sottocute gatto cosa sapere

Come fare le flebo al gatto con insufficienza renale

  • Non è necessario “disinfettare” la cute con alcool prima di inserire l’ago
  • Inserite l’ago sempre parallelamente alla colonna vertebrale
  • La maggior parte dei gatti e cani tollerano la somministrazione di fluidi, il Ringer Lattato deve essere leggermente intiepidito a bagnomaria
  • Non allarmatevi se durante l’infusione si forma un “grumo” sotto la pelle, questo bozzo si riassorbe nel corso delle successive 12 ore, e tende a scendere nella zampa anteriore, verificate che sia totalmente assorbito prima di procedere con la successiva flebo. Contattate il veterinario che vi fornirà indicazioni in merito alla frequenza.
  • Se accidentalmente dovesse entrare un po’ di aria, non spaventatevi, non è pericoloso; crea solo molto fastidio.
  • Gli aghi non devono essere molto grossi comprate aghi farfalla verdi o azzurri, da preferire marca TERUMO.
  • Dopo un ciclo molto lungo di ipodermoclisi toccate la cute per verificare presenza di grumi duri, se l’animale reagisce con fastidio durante la nostra manipolazione è probabile che abbia il tessuto molto infiammato, chiamate il veterinario e sospendete le flebo.
  • A volte capita che possa uscire un po’ di sangue non preoccupatevi, fate attenzione quando iniettate la prossima volta e cambiate punto di inoculo.

Come fare le flebo al gatto, è possibile procedere in 2 modi:

NUMERO 1

  1. Flacone di soluzione fisiologica o Ringer lattato
  2. Nr 1 deflussore, serve per regolare il flusso del liquido
  3. Aghi da ipodermoclisi, se comprate aghi molto sottili, il liquido uscirà molto lentamente

Se state cercando informazioni in merito alla fluidoterapia con siringa, di seguito la procedura

Metodo con siringa fluidoterapia (sconsiglio questo metodo, può essere pericoloso se non si sa come procedere)

  1. Aghi Butterfly (colore verde o azzurro possibilmente marca Terumo 23G)
  2. Siringhe da 60 ml con attacco Luer Lock

Le flebo per insufficienza renale gatto – IL METODO CON SIRINGA

  1. Aghi Butterfly Terumo 23G
  2. SIRINGHE STERILI CON ATTACCO LUER LOCK da 60 ml
  3. Soluzione fisiologia o Ringer lattato (sarà il veterinario a fornirti indicazioni)
  4. Alcuni aghi normali ad esempio il 19G per prelevare la soluzione sodio/ringer dal boccione

Ringer lattato gatto effetti collaterali

Controindicazioni Ringer lattato uso veterinario

Insufficienza cardiaca, condizioni associate ad iperkaliemia. Usare con cautela in caso di scompenso cardiaco congestizio, insufficienza renale grave e in stati clinici associati ad edemi e ritenzione idrosalina.
Controindicato nelle ipercalcemie. Non somministrare in caso di diminuita funzionalità epatica, per il rischio di sviluppo di acidosi lattica. Non somministrare in animali con acidosi lattica grave o con alterazione dei processi ossidativi che impediscono l’utilizzazione del lattato, nell’alcalosi metabolica e respiratoria. Non somministrare in concomitanza con trasfusione di sangue, nella stessa via venosa. La soluzione contiene potassio, pertanto deve essere usata con prudenza in caso di grave compromissione renale stadio insufficienza renale) iperkaliemia grave e ritenzione di potassio. Un volume eccessivo di soluzione di Ringer lattato può dare origine ad edema polmonare, qualora la velocità di infusione superi il volume che può essere escreto per via renale.
Se il veterinario prescrive il Ringer lattato e volete adottare il metodo con siringa è necessario riempire le siringhe ed intiepidirle a bagnomaria per 10 minuti, va bene un bicchiere con acqua calda della stessa altezza delle siringhe (v. foto). Il Ringer non deve essere caldo, inoltre quando intiepidite, le stesse devono essere protette e chiuse dall’ago 19G + cappuccio.
Dopo aver inserito l’ago sottocute (zona collottola) procedete ad infondere i primi 60 ml, lasciando sempre l’ago inserito sottocute sganciate ruotando l’attacco Luer lock e sostituite con la seconda siringa precedentemente riempita. Per la salute del vostro amico chiedete sempre al veterinario. E’ sconsigliato il fai da te.

Come ogni farmaco, i fluidi possono essere pericolosi per la vita del gatto, si possono presentare complicazioni come edema e insufficienza respiratoria, coagulopatie, alterazioni elettrolitiche, disturbi acido-base. SOMMINISTARE I FLUIDI SEMPRE MOLTO LENTAMENTE.

  1. Non effettuare le ipodermoclisi subito dopo aver applicato antiparassitari spot-on o altri  farmaci ad uso topico (zona collottola)
  2. Se il gatto si agita è preferibile non sottoporlo ad ulteriore stress
  3. Verificate che la cute non sia molto sottile (specialmente nel cane o gatto anziano), il rischio irritazione della pelle è maggiore
  4. Verificate la risposta dell’animale e annotate in un diario la quantità somministrata, ricordiamo che pochi ml di fluidi non servono proprio a nulla, il cane ed il gatto si stressano inutilmente.
  5. Troppi fluidi, invece possono essere riassorbiti dopo molti giorni e creare anche infiammazioni sottocutanee

Flebo gatto disidratato

Prima di effettuare la flebo e capire se il gatto è disidratato: sollevare il labbro dell’animale e lasciare scorrere le dita lungo le sue gengive. Se è ben idratato, le sue gengive saranno scivolose e umide al tatto. Se il dito si attacca alle gengive perché sono secche o appiccicose, allora il gatto è disidratato.

Skin turgor test

Sollevare delicatamente la pelle alla base del collo (collottola). La pelle del gatto deve ritornare immediatamente in “posizione” (fanno eccezione i gatti in sovrappeso e i gatti con la pelle molto sottile, tipica dei gatti anziani). Nell’articolo “Gatto disidratato cura reidratante orale Skin turgor test” puoi visionare il video di come si esegue lo Skin turgor test.

Se il gatto non è disidrato i bulbi oculari dovrebbero sporgere leggermente dalle orbite.

 

Quando effettuare le flebo sottocute e quando effettuare le endovena

I fluidi sottocutanei possono aiutare quando vi è una disidrratazione lieve o nelle fasi 2-3 dell‘insufficeinza renale cronica. Durante l’infusione dei liquidi sottocute si formerà una “gobba” di liquido che sarà riassorbito nell’arco di qualche ora.

In caso di grave disidratazione

In caso di grave disidratazione, shock e malattia renale ultimo stadio è necessario ricorrere al catetere endovenoso (IV), in questo caso è consigliato il ricovero, in questo modo l’animale rimane sotto osservazione e viene monitorato.

Quanti ml di fisiologica o Ringer lattato per il gatto?

Non cercate sul web o nei vari forum, solo il veterinario dovrà stabilire quantità di liquidi e frequenza, ogni animale è diverso dall’altro!

 

Vuoi rimanere aggiornato sulle ultime news del mondo pets? segui la nostra pagina Facebook o Iscriviti al Forum!

DISCLAIMER: I CONTENUTI  SONO SOLO A SCOPO INFORMATIVO E IN NESSUN CASO POSSONO COSTITUIRE LA PRESCRIZIONE DI UN TRATTAMENTO O SOSTITUIRE LA VISITA SPECIALISTICA O IL RAPPORTO DIRETTO CON IL PROPRIO VETERINARIO/MEDICO. NON SI INTENDE FAR UTILIZZARE LE NOZIONI CONTENUTE IN QUESTE PAGINE PER SCOPI DIAGNOSTICI O PRESCRITTIVI O COME BASE PER QUALSIASI TERAPIA MEDICA. EVENTUALI DECISIONI CHE DOVESSERO ESSERE PRESE DALL’UTENTE, SULLA BASE DELLE INFORMAZIONI QUI LETTE, SONO ASSUNTE IN PIENA AUTONOMIA DECISIONALE E A PROPRIO RISCHIO. TUTTE LE INFORMAZIONI QUI RIPORTATE DERIVANO DA FONTI BIBLIOGRAFICHE, ESPERIENZE PERSONALI E STUDI CLINICI DI DOMINIO PUBBLICO, SONO ESCLUSIVAMENTE A SCOPO INFORMATIVO, SENZA ESSERE IN ALCUN MODO LEGALMENTE PERSEGUIBILI E QUINDI NON SI ACCETTANO RESPONSABILITÀ PER DANNI CHE POTREBBERO DERIVARE DALL’USO DI QUESTE INFORMAZIONI. SI DECLINA OGNI RESPONSABILITÀ PER EVENTUALI ERRORI DI TESTO

Elicats

Elicats

CEO&FOUNDER del sito Elicats.it Da un bisogno è nata la mia passione per le terapie olistiche che studio da più di 20 anni, Ricerco, studio, sperimento, in questo spazio che nutro con costanza ti dono quello che apprendo ogni giorno, per uno stare bene migliore. Ex atleta agonista con diversi risultati apprezzabili, consulente benessere e personal trainer, sostengo un’informazione corretta cercando di capire il perché delle cose con la teoria e con la pratica, Buona permanenza! ;)

Related Posts

Impianti di grani oro nel cane

Impianti di grani oro nel cane Cosa sapere

Impianti di grani oro nel cane o Gold beads implants sono piccoli granellini di oro da 24 carati - 1mmx2-3mm che vengono impiantati nei muscoli, sottocute o in prossimità dei tendini e delle articolazioni. Impianti di grani oro nel cane Gold beads implants impiegati per trattare diverse patologie Epilessia (stimolazione...

Come togliere una zecca

Come togliere una zecca gatto cane in modo corretto Video e Rimedi

Come togliere una zecca al gatto o al cane in modo corretto e senza errori, segui questi pasaggi e non sbaglierai! Come togliere una zecca gatto cane Non cercare mai di toglierla con le mani nude Non anestetizzare la zecca utilizzando alcool, Frontline o altre sostanze, la zecca tenderebbe a...

Next Post

Welcome Back!

Login to your account below

Create New Account!

Fill the forms bellow to register

Retrieve your password

Please enter your username or email address to reset your password.

Add New Playlist