Home » Salute del gatto » Il gatto anziano Consigli per il nostro amico vecchietto

Il gatto anziano Consigli per il nostro amico vecchietto

  • Elicats 
Il gatto anziano

Quando il gatto diventa anziano occorre avere maggiore sensibilità e una capacità di reazione ai cambiamenti per poter cercare di migliorare la sua qualità di vita, prestando molta attenzione ai segnali e ai disturbi improvvisi che possono manifestarsi

 

Il gatto anziano ha bisogno di tanto amore, cure personalizzate, una vita senza stress, integratori di sostegno e visite periodiche dal veterinario, quando possibile opta per la visita veterinaria a domicilio.

 

Se devi portare il gatto in ambulatorio o in clinica per una visita, ti consiglio la lettura dell’articolo: “Speciale Ansia Stress nel gatto prodotti naturali e integratori”  potrai aiutare il tuo gatto ad affrontare la visita veterinaria con più tranquillità.

Il gatto anziano Cosa sapere quando il gatto invecchia

Le patologie che possono colpire il gatto anziano e causare un cambiamento nel suo comportamento

Lettura Consigliata  Stitichezza nel gatto Rimedi Naturali Ammorbidenti Omeopatia

Gatto anziano non mangia più

il gatto anziano

L’alimentazione e l’apporto calorico nel gatto anziano

Cosa fare quando il gatto anziano non mangia più: Il fabbisogno energetico e calorico con l’invecchiamento diminuisce, il sistema digestivo non è più efficiente quindi dieta rigorosamente umida o Barf semi cotta (la nostra scelta) con proteine con un alto valore biologico e l’aggiunta di acidi grassi omega3, taurina e CoenzimaQ10.

Si possono evitare molte patologie scegliendo un pet-food più salutare, acquista AD ESEMPIO scatolette dove “si vede” il tipo di alimento

LA NOSTRA SCELTA DA DIVERSI ANNI  E’ ➡ Barf cotta o semi-cotta con aggiunta di integratori, e per cambiare gusto aggiungo sopra alla carne cotta un cucchiaio di umido complementare e naturale senza cereali, OGM, Cruelty free come Oasy Wet Cat. Se vuoi conoscere il pet-food biologico e cruelty free vai all’articolo dedicato.

Il gatto anziano come in umana potrebbe non avere più interesse per il cibo o avere una perdita di appetito transitoria, causata da problemi e dolore alla bocca, vedi stomatite e gengivite, oppure nausea (il gatto annusa il cibo ma non mangia e gastrite riscontrabile in presenza di malattie metaboliche; se il gatto non mangia e notiamo che è abbattuto e tende a isolarsi è il caso di prenotare quanto prima una visita dal veterinario, vi sono patologie gravi come l’insufficienza renale cronica, le malattie del fegato e tumori che possono procurare forte inappetenza al gatto.

Quando il gatto dimagrisce è inappetente e apatico, perdita di appetito transitoria

Controlla l’igiene orale, placca e tartaro predispongono alle infezioni e mangiare diventa molto doloroso. Le cure odontoiatriche presso il veterinario dovrebbero essere eseguite su base regolare.

Cause

Gatto anziano non mangia e non beve

Quando il gatto non mangia e non beve da giorni e abbiamo fatto di tutto per stimolare il suo appetito, occorre intervenire d’urgenza con fluidi per via endovenosa o ipodermoclisi  (presso il veterinario), necessaria l’alimentazione forzata con siringa con cibi molto nutrienti, integrare con ricostituenti per gatti convalescenti, + amminoacidi che sono VITALI per la salute del gatto, ne abbiamo parlato nell’articolo: “taurina e arginina essenziali per i gatto” questo integratore ad esempio serve per compensare gli aumentati fabbisogni nutrizionali specifici in situazioni metaboliche di stress, digiuni protratti, malattie debilitanti, insufficienza epatica, insufficienza renale. Un gatto anziano è più suscettibile alle malattie croniche, come l’insufficienza renale o epatica, i sintomi tipici sono aumento della sete e della minzione, vomito, stanchezza e letargia, scarso appetito e perdita di peso, pelo a mazzetti e opaco, stitichezza.

L’insufficienza renale ed epatica sono malattie croniche, ma con i trattamenti di supporto il gatto anziano può avere una buona qualità della vita. Quest’altro è specifico per i gatti geriatrici.

Ti consiglio la lettura dell’articolo Gatto inappetente apatico cosa fare dove vi è un elenco di integratori e insaporitori. Se la situazione è critica ricorda che si deve intervenire nell’immediato con alimentazione con sondino naso-gastrico, Nutrizione parenterale, e fluidi in vena. (veterinario)

Se non è possibile effettuare ipodermoclisi o fluidi in vena occorre evitare la disidratazione, fornendo al gatto acqua ed invogliarlo a bere somministrando siringhette di acqua (senza ago) oligominerale durante la giornata.

Approfondimenti:

Lettura Consigliata  Dieta Barf gatto Come iniziare Domande e Risposte

Lettura Consigliata  Acidi grassi omega 3 in Veterinaria Cosa Sapere

Lettura Consigliata  Coenzima Q10 cane gatto Perchè L'Ubichinolo è da preferire!

Gatto anziano dimagrisce

Se invece il gatto anziano mangia con appetito e dimagrisce potrebbe essere malassorbimento, colite, IBD o tumore. I tumori possono comparire anche sulla cute, esamina la cute del tuo gatto regolarmente.

Gatto anziano beve molto

Un gatto in buona salute beve pochissimo se il tuo gatto anziano beve molto potrebbe essere il primo sintomo dell’insufficienza renale.

La sete eccessiva nel gatto e le malattie correlate

Esegui periodicamente l’esame del sangue e le analisi delle urine > test importantissimo! ➡ Analisi delle urine cosa sapere

Gatto anziano dorme sempre

Rigidità, riluttanza a muoversi, il gatto anziano spesso soffre di osteoartrite, riduce la sua attività quaotidiana e di esplorazione, evita di saltare, può avere difficoltà ad usare come prima la lettiera, nei casi gravi subentra zoppia. Se il gatto dorme sempre potrebbe esserci una sofferenza cardiaca, le malattie cardiache sono comuni nel gatto anziano anche se difficili da rilevare perché i sintomi sono comuni ad altre malattie o del normale processo di invecchiamento come la stanchezza, affanno, mancanza di respiro, le malattie cardiache si verificano in combinazione con l’insufficienza renale cronica. Inoltre la riduzione dell’attività fisica comporta il rallentamento metabolico predisponendo il gatto anziano all’obesità, evitiamo quindi i croccantini ricchi di carboidrati. L’obesità predispone a tantissime malattie, se il tuo gatto anziano soffre di artrosi devi maggiormente prestare attenzione al cibo che offri.

Gatto anziano miagola sempre durante la notte

Il gatto anziano miagola sempre a causa della la disfunzione cognitiva, con l’età i gatti soffrono di un declino cognitivo, occorre capire se è Invecchiamento fisiologico o patologia. Se il gatto anziano miagola sempre e forte durante la notte, potrebbe essere un disturbo cognitivo legato alla vecchiaia, parlane con il veterinario, il quale determinerà in base alle analisi e alle informazioni raccolte, se vi è una causa medica specifica sottostante o un fenomeno neurodegenerativo che provoca un’alterazione nel comportamento del gatto.

La disfunzione cognitiva altera

  • La percezione
  • La memoria
  • L’attenzione
  • La vista
  • L’udito
  • La percezione dello spazio
  • Il ritmo sonno/veglia

Il gatto appare confuso, dimentica dove è posizionata la lettiera, la ciotola del cibo, questa mancanza improvvisa di punti di riferimento aumenta in lui l’ansia

Come riconoscere la disfunzione cognitiva

  • Ha lo sguardo fisso nel vuoto
  • Appare disorientato
  • Il gatto anziano miagola forte
  • Si blocca davanti agli ostacoli
  • Si isola
  • Ha alterazioni del ciclo sonno/veglia

Consigli per il nostro amico gatto vecchietto

  • Posiziona la cassetta e le ciotole sempre nello stesso punto della casa
  • Se il gatto urina fuori dalla lettiera e vengono esclusi problemi di salute, può essere utile comprare una cassetta con i bordi bassi per rendere più facile l’accesso
  • Cerca di mantenere la sua routine quotidiana la più coerente possibile
  • Lascia una luce accesa la notte
  • Molto importanti gli integratori per migliorare la disfunzione cognitiva come il Senilife ➡ Maggiori informazioni

Altro integratore di supporto per il gatto anziano è il Senior Vital un alimento complementare pensato per sostenere il tuo gatto con argilla verde, lievito di birra, ortica, finocchio, cumino, zinco e selenio ➡ Maggiori informazioni

© Copyright  – Il presente articolo è di proprietà del sito Elicats.it –  l’autore ne vieta la riproduzione e la copia senza esplicita autorizzazione – le informazioni sono indicative, frutto di studi ed esperienze personali

DISCLAIMER: I CONTENUTI SONO SOLO A SCOPO INFORMATIVO E IN NESSUN CASO POSSONO COSTITUIRE LA PRESCRIZIONE DI UN TRATTAMENTO O SOSTITUIRE LA VISITA SPECIALISTICA O IL RAPPORTO DIRETTO CON IL PROPRIO VETERINARIO/MEDICO. NON SI INTENDE FAR UTILIZZARE LE NOZIONI CONTENUTE IN QUESTE PAGINE PER SCOPI DIAGNOSTICI O PRESCRITTIVI O COME BASE PER QUALSIASI TERAPIA MEDICA. EVENTUALI DECISIONI CHE DOVESSERO ESSERE PRESE DALL’UTENTE, SULLA BASE DELLE INFORMAZIONI QUI LETTE, SONO ASSUNTE IN PIENA AUTONOMIA DECISIONALE E A PROPRIO RISCHIO. TUTTE LE INFORMAZIONI QUI RIPORTATE DERIVANO DA FONTI BIBLIOGRAFICHE, ESPERIENZE PERSONALI E STUDI CLINICI DI DOMINIO PUBBLICO, SONO ESCLUSIVAMENTE A SCOPO INFORMATIVO, SENZA ESSERE IN ALCUN MODO LEGALMENTE PERSEGUIBILI E QUINDI NON SI ACCETTANO RESPONSABILITÀ PER DANNI CHE POTREBBERO DERIVARE DALL’USO DI QUESTE INFORMAZIONI. SI DECLINA OGNI RESPONSABILITÀ PER EVENTUALI ERRORI DI TESTO.